“CI HANNO RUBATO LE NUVOLE” …!

“CI HANNO RUBATO LE NUVOLE” …!

Ne ho sentiti di slogan coniati nell’epoca moderna per giustificare indignazione o un momento di difficoltà, tipo : ci avete rubato il futuro, ci avete infranto i sogni oppure ci avete rubato la dignità.. etc. etc.. Eh sì, in verità  ne ho sentite proprio  tante di cose strane ma leggere la denuncia di “nuvole rubate” da un importante  militare iraniano mi ha lasciato interdetto…basito.. incredulo.  Facciamo un piccolo salto, per ricostruire la singolare storia, indietro nel tempo, siamo nell’estate del 2018, ricordo di una torrida estate non solo per gli iraniani ma anche per noi italiani, insomma caldo.. per tutti, da est a ovest un opprimente caldo asfissiante…Leggendo e curiosando tra le notizie che arrivano proprio dal paese persiano ce ne è una in particolare che ha attirato la mia attenzione e curiosità. Premetto che la notizia in questione è alquanto curiosa, anche un po’ ridicola se vogliamo, ma quando ci sono di mezzo il paese islamico sciita e quello ebraico bisogna sempre fare attenzione alle parole ed alle espressioni che si usano. Andiamo al punto, quindi la scorsa estate leggo che la siccità che imperversa  e  incombe come una piaga sul  paese iraniano e sul suo popolo è da addebitare ad un furto.. o meglio ..“il furto delle nuvole” … Si,  avete letto bene, stiamo proprio parlando delle nuvole che transitano nel cielo e sopra il nostro capo, ebbene, “il furto di nuvole” secondo il militare iraniano, è ordito e messo in atto dalle forze militari nemiche israeliane, in sintesi, un vero e proprio atto di guerra a danno dell’Iran. Cioè, mi rendo conto che ho stentato anch’io a credere ad una roba del genere e a quanto stessi leggendo ma non ho riso, per non offendere gli iraniani ma, devo dirlo, mi sembrava proprio “una panzanata” vestita da bufala a festa. Tuttavia, nel leggere la notizia non ho potuto fare a meno di pensare a quale punto di idiozia può portare l’odio religioso, perché il motivo che induce gli iraniani a pensare che il cambiamento climatico sia opera di Israele e proprio una di quelle fesserie che la storia può annoverare tra le grandi idiozie della storia moderna. Paradossalmente, oggi Marzo 2019, da due giorni il paese è sotto un vero e proprio nubifragio, con tanti morti e feriti, logiche conseguenze del cambiamento climatico terrestre e non è neanche nulla di nuovo né  più di una sorpresa dopo che è già  piovuto copiosamente anche nel deserto dell’Arabia Saudita, lì si è creato il preoccupante precedente che la dice lunga sulle mutazioni climatiche. Pensare che gli israeliani “si siano rubate le nuvole” e magari le hanno nascoste nei bunker antiatomici per liberarle evidentemente due giorni fa è qualcosa che sollecita la mia irrefrenabile ironia . I cari iraniani non abbiano rancore verso di me , ma dico, come si fa ad essere così ottusi, addirittura accusare un paese del furto di nuvole… mi pare sia più pertinente ad una fiaba d’altri tempi che ad una triste realtà. Conclusioni e pensierino del giorno, “meglio una nuvola in tasca oggi che un temporale domani”, forse la massima non è proprio così ma non fa niente, l’ho modificata per esigenze letterarie. Vabbè, da domani cari cittadini del mondo andate in giro con i sacchetti grandi e neri e metteteci tutte le …. nuvole che incontrate, portatele nel letto  e… magari… dormiteci sopra e… sognate tra le nuvole… la vostra anima gemella …da amare.. Domani, attenti tutti ancora ci “fregano il sole”…sai che fregatura.. star senza sole ? E chi le sopporta le lagnanze delle  donne in bikini che amano abbronzarsi..? Non creiamo casini per favore.. quindi occhi aperti.. . 27032019

…by… manliominicucci.myblog.it

INONDAZIONI APOCALITTICHE IN IRAN: TORRENTI DI ACQUA E FANGO DEVASTANO LE CITTÀ. DECINE DI MORTI E FERITI [FOTO E VIDEO]

Giorni di piogge torrenziali hanno portato inondazioni catastrofiche e senza precedenti in Iran, che hanno ucciso almeno 18 persone e ferito almeno altre 74

  • image: http://www.meteoweb.eu/wp-content/uploads/timthumb.php?src=http://www.meteoweb.eu/wp-content/uploads/2019/03/inondazioni-iran-3.jpg&q=100&w=759&h=536&zc=2&cc=FFFFFF&a=t
  • image: http://www.meteoweb.eu/wp-content/uploads/timthumb.php?src=http://www.meteoweb.eu/wp-content/uploads/2019/03/inondazioni-iran-4.jpg&q=100&w=759&h=536&zc=2&cc=FFFFFF&a=t
 Terribili le immagini che provengono dall’Iran, dove giorni di piogge torrenziali hanno portato inondazioni catastrofiche e senza precedenti, che hanno ucciso almeno 18 persone, ferito almeno altre 74 e acuito le tensioni a Teheran. Le immagini contenute nella gallery a corredo dell’articolo e i video in fondo testimoniano la catastrofica situazione in cui versa il Paese, dove le strade di decine di città sono ormai fiumi in piena che spazzano via tutto ciò che incontrano.

Le inondazioni hanno spazzato via i veicoli, causando una serie di vittime”, ha dichiarato Hossein Koolivand, capo dell’Emergency Directorate dell’Iran. L’Iranian Students News Agency ha citato un funzionario per la sicurezza che ha detto che oltre 200 auto nell’importante città storica di Shiraz sono state sommerse dalle inondazioni. “La situazione è molto difficile. Le persone qui hanno bisogno di cibo ed è solo l’inizio delle tempeste. Vi sto implorando. Per favore aiutate con le provviste necessarie”, ha dichiarato un soccorritore nella provincia di Golestan, mentre si faceva largo tra le strade allagate a bordo di una piccola imbarcazione.

Le inondazioni sono iniziate il 18 marzo, in concomitanza con la fine dell’anno persiano, un periodo che solitamente è di festa e riunioni in famiglia. Il maltempo è arrivato anche in un periodo di grande tensione politica in Iran a causa dei problemi economici esacerbati dalle maggiori sanzioni statunitensi. Le forti piogge fino 500mm hanno fatto esondare i fiumi. Allerte per inondazioni sono state emanate in quasi tutte le provincie dello stato, con le piogge che hanno malamente alterato i trasporti e il commercio nel Paese in quella che normalmente è la stagione turistica di punta. L’Organizzazione Meteorologica del Paese sostiene che 26 provincie su 31 sono state colpite da pioggia o neve.

Il governatore della provincia meridionale di Fars, che include la città di Shiraz, spesso destinazione degli iraniani durante le festività del Capodanno Persiano, ha esortato i residenti a stare in casa. Per far fronte al disastro, le autorità iraniane hanno allestito centri di emergenza in tutto il Paese e mobilitato le forze armate, inclusa la Guardia Rivoluzionaria, che ieri, domenica 24 marzo, ha fatto esplodere 3 cariche per rilasciare l’acqua intrappolata dietro un terrapieno ferroviario e salvare una città della provincia settentrionale di Golestan dall’essere ulteriormente allagata. Almeno una diga è stata aperta nella provincia sudoccidentale di Khuzestan per prevenire ulteriori danni.

In seguito alle inondazioni, si sono verificati blackout nei distretti rurali della provincia di Golestan. “Oltre la metà di Aqqala, la città capoluogo della contea di Aqqala della provincia di Golestan, è ingoiata dalle inondazioni”, riporta la TV statale IRINN. Le inondazioni hanno costretto le persone ad evacuare numerose aree.

Le piogge sono previste almeno fino a mercoledì 27 marzo. Anche le provincie di Kurdistan, Qom e Isfahan sono in allerta per le inondazioni, così come il vicino Iraq.

 

“CI HANNO RUBATO LE NUVOLE” …!ultima modifica: 2019-03-27T15:41:00+01:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento