Archivio Tag: by…manliominicucci…

LACRIME DI … COCCODRILLO !

25012021 MIGRANTE MORTO..

LACRIME DI … COCCODRILLO !

Chissà quante volte noi tutti ci siamo pentiti di quel che si è fatto precedentemente con azioni o gesti inconsulti nei confronti di persone o di amici o di parenti o per opportunità perse… il più delle volte giustificate dalla scarsa esperienza o dall’età giovanile oppure, come spesso accade, da orgoglio o supponenza… Già chissà quante volte vi sarà capitato di rimuginare per giorni o mesi quel gesto o azione che al momento lo si riteneva giusta e poi, col tempo ci si è accorti che non si aveva ragione anzi si era nel torto e allora quando lo si è compreso in fondo dell’errore commesso e dell’ingiustizia regalata si è cercato di riparare mediando oppure cercando di farsi perdonare con modi garbati, quali doni floreali, inviti a cena oppure con tante dolci parole o magari con un semplice bacio per ammorbidire l’offesa… già chissà quante volte è successo, però, pensateci bene e non dannatevi… anche questo serve a far crescere l’esperienza nella vita utile… alla vita ! Oggi il Santo Padre nel suo saluto post Angelus ha rivolto parole toccanti al migrante, di colore e nigeriano di 46 anni, arrivato qui da noi per cercare di “vivere una vita migliore” ma purtroppo l’ha persa… e l’ha perduta paradossalmente nella piazza dove in teoria, ma solo in teoria, è il rifugio delle anime che appartengono a Dio, dell’amore e della solidarietà umana nonché dell’accoglienza cristiana per il quale il Santo Padre si spende ogni santo giorno. Ora piange la sua morte… lo piange dopo essersi disinteressato di “quelle pecorelle smarrite” che dominavano all’addiaccio davanti all’uscio di casa e sono morte… un po’ come il “famoso pianto dei coccodrilli”. Evidentemente il signor Begoglio non deve aver compreso appieno il senso e valore dell’accoglienza cristiana e umana solidarietà…. visto che proprio un migrante giunto sulla sua porta di casa, proprio grazie ai suoi continui inviti all’accoglienza e ammonendo tutti i cristiani all’obbligo e al rispetto di questa missione, si è visto negare, nei fatti, tutte le belle parole e promesse fatte prima dalle ONG, poi dal governo italiano e infine proprio dalla Santa Sede… Che squallore e quanta ipocrisia, dopo le prediche di ben due lustri oggi ne vediamo il frutto e constatiamo l’amaro epilogo di quei tanti inviti rivolti a tutti… chiesa cristiana cattolica compresa. E’ il drammatico risultato ottenuto è che il migrante giunto a lui dal “caldo cuore dell’Africa” gli è “morto congelato sull’uscio di casa” ! Forse se il Santo Padre avesse ragionato più con la mente che con il cuore avrebbe compreso perfettamente che l’immigrazione non può limitarsi ad essere solo una bella parola di circostanza per un sermone e per raccogliere consensi perché caro Santo Padre”, … veda… io lo scrivo da anni, l’immigrazione è una cosa complicata e di difficile realizzazione specie se non si hanno soldi per dar loro una casa e assistenza in genere e soprattutto, bisogna essere in grado di offrire  loro un lavoro dignitoso e nobile e non metterli, solo per comodità nostra e per toglierceli davanti ai piedi, a fare i raccoglitori di pomodori… quando si decide di ospitare una persona nel nostro paese, bisogna anche offrirgli la disponibilità alla scelta del  lavoro altrimenti… caro signor Bergoglio, se lei non fa seguire i fatti alle sue parole restano “parole da politicante” che vuole attirare solo simpatie e consensi… certo, le simpatie le ha già attirate e le ha anche …”congelate”… Le rammento che il nigeriano è il quarto essere umano che le muore sull’uscio di casa e così è inaccettabile, rimedi ai suoi errori con doni e dolci parole e… apra le case, e non le chiese ai migranti, sì… si, quelle dei Cardinali e Vescovi e le tante che ha in giro per l’Italia, li ospiti lì se davvero vuol dar un seguito e corso alle sue parole altrimenti… già, altrimenti osservi un religioso silenzio e doti la sua casa di… una stufa nuova perché rischia… “di congelarsi” con tutti i congelati deceduti che ha avuto alle porte.

24012021…by… manliominicucci.myblog.it

….

 

 

Ignorato e abbandonato: il Papa ricorda Edwin morto di freddo

25012021 MIGRANTE MORTO..

Nel saluto dopo l’Angelus, Francesco ha rivolto il suo pensiero all’uomo trovato morto a causa del freddo il 20 gennaio scorso a pochi metri da piazza san Pietro. Una vicenda drammatica come tante di un fratello “ignorato da tutti, abbandonato anche da noi” che deve farci chiedere che cosa abbia provato

Fausta Speranza – Città del Vaticano

Si chiamava Edwin – e il Papa lo ricorda – il senzatetto nigeriano di 46 anni trovato morto non lontano da San Pietro mercoledì 20 gennaio, stroncato dal freddo. “La sua vicenda – sottolinea Francesco – si aggiunge a quella di tanti altri senzatetto recentemente deceduti a Roma nelle stesse drammatiche circostanze”.

Pensiero del cuore e riflessione

L’invito a ricordarlo e a pregare per lui si accompagna ad una riflessione:

“Ci sia di monito quanto detto da San Gregorio Magno, che dinanzi alla morte per freddo di un mendicante affermò che quel giorno non si sarebbero celebrate messe perché era come il venerdì santo”.

E il Papa con sofferenza dice:

“Pensiamo cosa sentì quest’uomo, 46 anni nel freddo, ignorato da tutti. Abbandonato, anche da noi. Preghiamo per lui”.

Il pensiero alle famiglie in difficoltà

Poi Francesco ricorda, incoraggiandoli, quanti con la crisi sanitaria ed economia sono più in difficoltà:

 

 

L’UOMO DELLE TRE CARTE !

24012021 i due di picche !

L’UOMO DELLE TRE CARTE !

Famoso è il detto arabo che recita :  “se la montagna non viene a Maometto, Maometto va alla montagna” ! La mia non è una banale citazione giusto per… ma è il frutto di una corretta riflessione in merito al link postato che vede nei fatti odierni il cambio di vedute e di programma in appena tre giorni. Le dichiarazioni di Biden vanno obbligatoriamente valutate ed esaminate quando si osservano e si seguono le politiche mondiali e mi sembra che il repentino cambio di idee del presidente sia dettato più da un’ovvia convenienza personale di eludere il problema, visto che oramai le elezioni le ha vinte, che dalla reale esigenza e attenzione che merita l’argomento migranti ed affrontarlo seriamente e senza slogan… E già, infatti, curiosamente, prima delle elezioni lui era ben disposto ad un’accoglienza illimitata  di migranti  provenienti dal sud e centro America nel paese statunitense e non solo non ne era contrario ma addirittura ne auspicava l’ingresso, come pure ha anche tolto anche il divieto di ingresso nel paese ai musulmani provenienti dai paesi asiatici e africani. Argomenti che hanno convinto tantissimi elettori a dargli il voto perché dava l’impressione di essere un “santo uomo”… Pare che il nuovo inquilino della Casa Bianca, si sia già adattato al suo nuovo ruolo di… uomo spigoloso ed attento agli interessi americani ed eserciti il suo potere dimenticando tutto quello che predicava come per esempio… quello di essere un “buon cristiano”, infatti parla di aborto anche al nono mese, facendo irritare tutta la chiesa americana, e francamente mi vien da ridere e vorrei capire perché va in chiesa e si professa cristiano se supporta e sostiene “l’omicidio di un bimbo di otto/nove mesi” che dovrà ancora metter il naso fuori nel mondo… un buon cristiano non è per nulla d’accordo all’aborto e lo accetta solo per determinati casi ma attendere il nono mese lo considero proprio un infanticidio e poco importa se ancora non ha visto la luce della vita esterna al grembo materno… Parlava di difendere  e di proteggere quei migranti che arrivavano al muro di confine col Messico eretto da Obama e Trump… sino a qualche settimana fa erano il suo cavallo di battaglia… ed evocava l’abbattimento di questo odioso muro, come anche erano slogan di “battaglia elettorale” l’apertura all’immigrazione totale e al rilascio della cittadinanza… lo erano, perché ora , lo ripeto, dopo appena tre giorni, le cose  stanno andando in altra direzione e si guardano con altra ottica… quella del furbetto che gioca alle tre carte col fine di confondere i suoi spettatori. Visto che se abbatte il muro si ritroverebbe milioni di migranti al confine e poi nel paese, allora lui ha pensato bene di fare come Maometto… quindi si è rivolto al suo collega messicano per cercare di passargli il fardello migranti e magari farli bloccare al confine meridionale del Messico col fine di stancarli e obbligarli a tornare indietro nel loro paese d’origine. E’ la politica del solito furbone di quartiere… solo che qui è un quartiere abbastanza grande ma il concetto è sempre quello, predicare bene ma razzolare sempre male e a danno dei più deboli. Quindi retromarcia in piena regola ma lui intende sempre… abbattere sempre il muro, che elemento singolare, e questo è un uomo che si vanta di essere un “buon cristiano” ?  E visto che ci siamo, l’ultimo pensiero lo rivolgo al signor Bergoglio, in arte “Papa”, e capo della chiesa cristiana cattolica romana, ebbene il “Santo Padre” non ha speso neanche una parola e osservato un religioso silenzio, do tipo assoluto, sia sulle parole abortive di Biden  che sui migranti mentre prima, con Trump presidente, era sempre molto attivo e pungente nei suoi confronti e non si risparmiava mai di attaccarlo. Evidentemente quando un “democratico di sinistra” parla di aborto è sempre… corretto, ma se un repubblicano conservatore parla di divieto dell’aborto allora la questione deve essere censurata e siamo dinanzi al soliti odioso fascista, populista e razzista… ma come diavolo funzionano le cose per Bergoglio ?

23012021 …by… manliominicucci.myblog.it

….

24012021 i due di picche !

Usa – Messico Biden parla con Lopez Obrador: “Basta con le politiche di immigrazione draconiane” I due leader concordano su nuovi metodi per fronteggiare il flusso di migranti irregolari e per combattere la pandemia di Covid-19 Tweet Usa, Biden firma aiuti: “Americani soffrono, agire ora” Biden: piano contro Covid è iniziativa da tempi di guerra Joe Biden è il 46mo presidente degli Stati Uniti: “Aiutatemi a riunire l’America” 23 gennaio 2021 Continua spedito il lavoro del presidente Usa, Joe Biden, sulle emergenze lasciate aperte dalla precedente amministrazione. Un passo importante nel contenimento dei flussi migratori irregolari è stato compiuto grazie a un colloquio telefonico avvenuto in giornata tra Joe Biden e Andres Manuel Lopez Obrador, uno degli ultimi capi di Stato a congratularsi nelle settimane scorse con il nuovo presidente degli Stati Uniti. In una nota della Casa Bianca si legge che Biden ha illustrato al presidente messicano il suo piano per ridurre la migrazione “affrontando le sue cause alla radice, aumentando la capacità di reinsediamento e i percorsi legali alternativi all’immigrazione”, migliorando il processo per le richieste di asilo al confine e “invertendo le politiche draconiane sull’immigrazione della precedente amministrazione”. I due leader, continua la nota, “hanno concordato di lavorare strettamente per arginare il flusso di migranti irregolari verso il Messico e gli Stati Uniti, così come promuovere lo sviluppo del Triangolo settentrionale (Guatemala, Honduras ed el Salvador) dell’America centrale. E hanno anche ricordato l’importanza del coordinamento per combattere la pandemia di Covid-19”. – See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/usa-biden-obrador-politiche-immigrazione-draconiane-dd4bef5d-32de-48db-888b-780d259f4f7b.html

 

FERMIAMOCI TUTTI… E RIFLETTIAMO !

22012021 TIK TOK

FERMIAMOCI TUTTI… E RIFLETTIAMO !

Un paio di anni fa andava di moda farsi riprendere mentre si saltava giù dal terrazzo di un palazzo come gesto eroico… la cui ovvia conseguenza era la morte del poveretto convinto di “diventar grande” col salto nel vuoto, amaro e triste epilogo dopo un periodo di preparazione fatto di  torture dettato solo dalla necessità di farsi vedere in un video registrato per la grande occasione e poi postato in rete per acquisire il nobile titolo di “individuo superiore”. E così il social ha colpito duro per molti giovani in Europa e in tutto il mondo e dopo la perdita di tanti giovani si erano strette le maglie del controllo e si sperava che lo stillicidio fosse finito… ma neanche a parlarne e sperare di vivere tranquilli quando di mezzo ci sono ragazzi, loro sono facilmente trasportabili e plasmabili a quei concetti che prevedono lo sconfinamento dell’educazione vista come un’occasione da non perdere, tentati  dalla facile immoralità, trasgressione, anche sessuale, e perché non dirlo, abituati ad essere viziati ad ottenere tutto e subito anche quando non ci sono i presupposti. Oggi una bambina di otto o nove anni ha già in mano uno smartphone e la conoscenza per navigare in rete alla ricerca di contenuti per adulti o quanto meno poter comunicare con gente che non si conosce ed essere facilmente adescati. Con tutti i problemi che esistono in rete obiettivamente il social Tik tok si è subito posto all’intenzione di tutti come un ulteriore e possibile veicolo di disturbo della crescita mentale dei giovani… certo, è facile in età adolescenziale farsi coinvolgere dal branco e mettersi in mostra… è più che naturale farlo, tutti siamo stati bambini e ragazzi e sappiamo bene come funzionano le cose e quali sono le regole nel gruppo di amici, e come si è pure cattivi contro chi al contrario manifesta maturità e si dissocia dal partecipare fisicamente alle varie sciocchezze. Sono sempre state le regole del branco, i codardi devono essere derisi mentre i ragazzi che si dimostrano coraggiosi e incoscienti sono ammirati e adorati dal branco come degli …dei… poi c’è anche il risvolto della medaglia perché gli stessi infieriscono con arroganza e dispensano epiteti ed impropri contro chi intelligentemente si vuol tener fuori da quelle esperienze. Leggo di “cervelloni saccenti” che sostengono che le cause vanno ricercate altrove e non sui social… evidentemente questi non hanno mai vissuto attivamente nei gruppi di amici o evidentemente erano tutti ragazzi responsabili e maturi, ma il mondo dei ragazzi girà così e non lo si può modificare da un giorno all’altro e tocca a noi adulti lavorare per loro, alle mamme e ai papà… dico :  fermatevi un attimo e riflettete sul come si educano i propri figli e magari pensare che il verbo “proibire”, se usato sapientemente, funziona davvero per il bene del figlio e non cedete sempre e comunque ai loro capricci… non restate in apprensione quando aprite un conflitto che va nel suo interesse… oggi in risposta ad una vostra durezza vi guarderà di brutto ma un domani, quando sarà in grado di capire, vi ringrazierà e in più eviterete di andare a trovarlo al…cimitero… Poi c’è la politica o la giustizia che si mette sempre di traverso a seconda di chi urla, come nel caso del presidente Trump che intendeva proibire l’uso del social già lo scorso anno, buoni intenti ma inutili, perché poi il giudice distrettuale di Washinton si mise di traverso bocciando la sua disposizione e il social continua la sua opera. Ma anche in Italia, a dicembre scorso, il garante della privacy aveva richiamato il social in merito al trattamento dei dati degli iscritti, dati che riguardavano in maggioranza dei minorenni. La morte della bambina di appena dieci anni sembra aver scosso finalmente il mondo dei social, non si può morire a dieci anni per dimostrare qualcosa… e qui son d’accordo che il social debba essere limitato nelle iscrizioni a tutti i minori se i risultati sono questi… siamo tutti inorriditi e così la pensa anche il garante della privacy che questa sera ha disposto il blocco, temporaneo, del social Tik Tok, ricordo che  è nato cinque anni fa in Cina, a seguito della vicenda della bambina di Palermo  morta per soffocamento e ovviamente… la magistratura ha aperto un fascicolo per incitazione al suicidio. Il vero problema resta in casa al di là del social, bisogna parlar chiaro ai nostri ragazzi e far capir loro che dimostrare di essere superiori in rete attraverso un video è vero e proprio bullismo virtuale verso chi non intende farlo e procurarsi delle ferite o addirittura la morte provoca solo dolore per la sua famiglia. Credo sia questo il primo passaggio fondamentale poi… poi la scuola dovrebbe completare l’educazione dei ragazzi con ore dedicate ad imparare come proteggersi dalla rete e dai pericoli della vita quotidiana.

20012021…by… manliominicucci.myblog.it

…..

 

 

Partecipa a gara di soffocamento estremo su Tik Tok, morte cerebrale per una bimba di 10 anni. Autorizzato l’espianto degli organi

22012021 TIK TOK

La ragazzina si era legata una cintura al collo durante la sfida denominata «Black out challenge». Trovata dai genitori, era stata condotta al pronto soccorso dell’ospedale di Palermo. Le sue condizioni erano apparse disperate fin da subito

RICCARDO ARENAPUBBLICATO IL21 Gennaio 2021ULTIMA MODIFICA21 Gennaio 202120:01

TikTok si chiama fuori, in una nota sostiene di non avere «riscontrato alcuna evidenza di contenuti che possano aver incoraggiato» alla “blackout challenge”, la sfida al soffocamento che secondo gli inquirenti è costata la vita a una bambina di 10 anni a Palermo. Però la vicenda – una tragedia inaccettabile, sconvolgente – è gravissima, la piccola Antonella è clinicamente morta dopo poche ore di agonia. I genitori, povera gente che vive in una modesta casa del centro storico del capoluogo siciliano, hanno autorizzato il prelievo degli organi. Così salveranno qualche altra vita, bimbi in attesa di trapianti. Antonella giocava come fanno i bambini della sua età, giochi assurdi, stupidi, veicolati sulle chat in cui ci si mette alla prova per fare cose folli: stringersi una corda al collo, nel caso specifico la cintura di un accappatoio, e resistere, resistere il più possibile, per far vedere agli amici quanto si è bravi, coraggiosi e forti.

È così che l’hanno trovata, poco prima delle nove di ieri sera, priva di sensi, nella sua stanzetta dell’appartamento nel popolare quartiere della Magione, non lontano da piazza Kalsa. Tra le urla disperate, nel vano tentativo di rianimarla, è stato chiamato il 118: ma da tempo rispondono i dischi, voci registrate e dunque la corsa in automobile fino all’ospedale dei bambini, il ricovero e le preghiere, la speranza, la rianimazione da parte dei medici, il cuore che torna a battere ma le condizioni della bambina sono rimaste sempre critiche, gravissime. Qualsiasi chance di salvarla si è infranta poco dopo le 13,30, quando è cominciata l’osservazione, la dichiarazione di morte cerebrale. In un clima di strazio e lacrime, all’ospedale dei bambini segnato dalle misure di sicurezza anti-Covid, i genitori hanno detto di sì al prelievo degli organi. La bambina aveva una sorellina di cinque anni. La mamma è in attesa di un fratellino: è al nono mese.

Bimba vittima della challenge su Tik Tok. L’esperto: “Spesso i figli vogliono essere all’altezza delle aspettative”

FLAVIA AMABILE

Indagano due Procure, dei minorenni, con l’ex assessore regionale alla Sanità Massimo Russo, e quella presso il Tribunale ordinario, guidata da Francesco Lo Voi. Istigazione al suicidio è l’intestazione del fascicolo, in entrambi i casi: il sospetto atroce che il gioco stupido sia stato messo in moto da altri ragazzini muove la Procura minorile, mentre l’altro ufficio punta a verificare responsabilità di adulti e del social. Sequestrato il telefono, per capire come Antonella abbia deciso di partecipare a quella sfida assurda e se qualcuno dovesse e potesse evitare che in un mezzo di comunicazione molto utilizzato dai bambini si organizzassero competizioni a dir poco folli. «La sicurezza della community TikTok è la nostra priorità assoluta, non consentiamo alcun contenuto che incoraggi, promuova o esalti comportamenti che possano risultare dannosi», dice un portavoce del social.

 

I “MISERABILI DELLE…VACCHE” !

22012021 biden-chiesa-1200-690x362

I “MISERABILI DELLE…VACCHE” !

No, non intendo ironizzare sul magico romanzo scritto con maestria dal grande Victor Hugo… no, mi riferisco a quanto sta accadendo nel mondo in questi ultimi giorni, sia alla fine della libertà e valore elettorale del popolo italiano che dello stravolgimento nella politica americana, interna ed estera, all’indomani dell’insediamento Joe Biden.  Già… abbiamo assistito allo scempio e alle pantomime varie che i nostri governanti, e tanti politici, hanno messo in atto vergognosamente, legalizzando di fatto il “mercato delle vacche”… il cui fine è stato solo quello di “acquistare e corrompere con promesse” alcuni senatori dell’opposizione e far tradir loro spudoratamente il mandato ricevuto dagli elettori, nei fatti tradendoli e pugnalandoli alle spalle, aborrendo la vera politica democratica che drammaticamente da 30 anni non è più presente nella nostra vita in termini di lealtà ed onestà… già, quella che è defunta oggi è la politica italiana che non ha più i connotati di politica morale e pulita, onesta e laboriosa e al servizio del paese e soprattutto col dovuto rispetto e fedeltà al voto ricevuto. No la politica è definitivamente morta nell’aula del senato il 19/01/2020…in quella drammatica serata si è consumato il più vergognoso tradimento all’elettore italiano che si è visto passare il suo voto da un partito all’altro senza consenso e senza aver ricevuto una richiesta di autorizzazione al tradimento. Che misero squallore vedere i   “miserabili parlamentari” italiani eletti con i nostri voti e spostarsi da un partito all’altro come se il mio voto e quello degli italiani non contasse un pisello !  Che pena mi hanno fatto tanti senatori privi di dignità, rispetto per il popolo e amore per la patria. Uno spettacolo ricco di meri interessi personali e di conto corrente degno di essere paragonato alla spartizione territoriale dei clan mafiosi, una sceneggiatura del peggior film di horror che si è voluta trasformare in un’operazione mediatica dagli “alti contenuti morali e nobili”. Chiamare costruttori e responsabili chi ha tradito il voto elettorale non merita neanche di essere chiamato onorevole o senatore. Il paradosso dei “costruttori”, ora  consto che due senatori dello schieramento di centro destra, ai quali tanti elettori hanno dato il loro voto e fiducia,  hanno tradito e pugnalati alle spalle. La democrazia non è questa, perché grazie a loro ora mi vedo governato sempre da persone che non solo non ho votato ma che addirittura non rappresentano la maggioranza degli italiani. Vivo quindi in un’apparente democrazia… perché nei fatti con l’astensione del gruppo politico che ha creato la crisi e il tradimento dei due senatori di forza Italia e il peso di tre senatori a vita, che non hanno neanche preso un voto dagli elettori, ci riconsegnano nuovamente il governo del fallimento che avrà la possibilità di affondare ancora di più il paese. E proprio l’identico argomento di affondamento del paese lo stanno vivendo inconsciamente anche gli americani… eh sì, il neo presidente ha già sovvertito ed annullato la politica di 4 anni dell’era Trump, il muro al confine col Messico non vedrà ulteriori costruzioni ma abbattimenti… solo che mi chiedo se intende abbattere solo quello costruito da Trump o anche quello costruito da Obama ? In Italia i voltagabbana li chiamano “costruttori e responsabili” e i distruttori della società come li chiamano negli USA ? Già, Biden è uno di quelli che subdolamente opera in quel senso, per gli americani lui sarà un vero problema perché non ha le idee chiare ed è un contraddittorio vivente, lo ho ascoltato in campagna elettorale ma ora a sentirlo dire che da buon cristiano tollererà l’aborto anche al nono mese… francamente di fede cristiana ne vedo molto poca in lui e dubito sulle sue buone intenzioni. Infatti dopo un giorno dal suo insediamento, ha battuto tutti i record, è già in conflitto aperto con la chiesa cristiana americana e ovviamente con tutti i cristiani. Il mondo sta cambiando e noto che sta sempre andando più lontano dai miei antichi e  cari concetti basilari di vita quali : famiglia, amore, educazione, onestà, moralità, patria e lealtà ! Bene per gli americani che si sono “liberati” di Trump e ora si vedono un “ meraviglioso Biden rivoluzionario” quindi, i tanti milioni di migranti che saranno regolarizzati e diventeranno cittadini americani, finalmente ne potranno arrivare altri tanti milioni, e ben vengano, visto le porte aperte per tutti. Ripubblicherò questo articolo tra due anni… così, giusto per far due conti con la memoria e per… farci due risate !

21012021 …by… manliominicucci.myblog.it

….

Usa, i vescovi cattolici americani contro Joe Biden: “Le sue politiche su aborto e famiglia fanno avanzare il male”

22012021 biden-chiesa-1200-690x362

La Cei americana segna la prima frattura con la nuova amministrazione. Già in campagna elettorale Biden era stato criticato per non essere un “cattolico in piena regola” e in Carolina del Sud gli era anche stata negata la comunione. Ma chi si tiene lontano dalle polemiche è Papa Francesco

di F. Q. | 21 GENNAIO 2021

Usa, ecco cosa c’è negli ordini esecutivi firmati da Biden il primo giorno alla Casa Bianca: dal ‘muslim ban’ al muro col Messico
Biden, l’appello alla “normalità” è piaciuto anche ai repubblicani. Firmati 15 ordini esecutivi che ribaltano l’agenda TrumpJoe Biden ha giurato: è il 46° presidente degli Stati Uniti. “Aiutatemi a unire l’America, c’è molto da ricostruire. Il mondo ci guarda”. Trump lascia la Casa Bianca ma promette: “Torneremo, in qualche modo”

È il secondo presidente cattolico della storia americana dopo John Fitzgerlald Kennedy, ma le gerarchie americane sono già sul piede di guerra con Joe Biden, nel mirino per le sue politiche sull’aborto. L’attacco, durissimo, arriva dall’arcivescovo di Los Angeles Jose Gomez, presidente della Conferenza dei vescovi cattolici Usa (Usccb, in pratica la Cei americana) che punta il dito contro il nuovo presidente con un messaggio che nelle ore del giuramento al Campidoglio conquista ampio spazio sui media conservatori e segna già una prima frattura con la nuova amministrazione.

Stati Uniti, Trump rientra in Florida mentre Biden giura da presidente e viene accolto da un gruppo di sostenitori

Per Gomez le politiche del nuovo presidente, che con la morte del figlio Beau nel 2015 si è ulteriormente avvicinato alla fede, “faranno avanzare il male morale e minacceranno la vita e la dignità umana, in maniera più grave in materia di aborto, contraccezione, matrimonio e genere”. Gomez esprime quindi “grave preoccupazione” per “la libertà della Chiesa e la libertà dei credenti di vivere secondo coscienza”. Dichiarazioni che rimarcano la spaccatura che anche nella campagna elettorale è sembrata crearsi tra Democratici e chiesa cattolica. Viene ricordato come Biden, secondo presidente cattolico della storia Usa, abbia recentemente ribaltato le sue decennali posizioni sull’Emendamento Hyde, il provvedimento legislativo che impedisce l’impiego di fondi federali per l’aborto, a meno che non sia a rischio la salute della donna o se la gravidanza è frutto di incesto o stupro.

Stati Uniti, Joe Biden firma i primi atti ufficiali da presidente- Le immagini

Inoltre, Biden si è anche impegnato a codificare la storica sentenza della Corte Suprema ‘Roe contro Wade’ in materia di aborto. Una decisione che, secondo i conservatori, consentirebbe l’aborto fino al momento della nascita. A conferma delle frizioni tra il mondo cattolico Usa e il neo presidente, viene inoltre ricordato che durante la campagna presidenziale a Biden sia stata negata la comunione da un prete della Carolina del Sud. Mentre ad agosto, il cardinale Raymond Burke, ex capo dell’Arcidiocesi di Saint Louis, dichiarò che Biden non era un cattolico “in piena regola”.

Stati Uniti, Jennifer Lopez canta alla cerimonia di insediamento di Joe Biden. Il messaggio (in spagnolo) dal palco: “Libertà e giustizia per tutti”

Nella sua dichiarazione, Gomez sottolinea tra l’altro come l’aborto sia anche una questione di “giustizia sociale“, perché “non possiamo ignorare il fatto che le percentuali di aborti siano molto più altre tra i poveri e le minoranze e che la procedura è usata regolarmente per eliminare i bambini che nascerebbero con delle disabilità”.

Le dichiarazioni di Gomez non sono piaciute al cardinale di Chicago Blase Cupich, che le ha definite “sconsiderate”, segnalando un’ulteriore frizione all’interno della stessa chiesa cattolica Usa. Cupich ha inoltre sostenuto che i vescovi Usa abbiano ricevuto la dichiarazione di Gomez solo poche ore prima della sua pubblicazione, senza la possibilità di una discussione collegiale.

Joe Biden, la moglie Jill si commuove dopo il giuramento del marito come presidente degli Stati Uniti

Dalle polemiche in seno ai vescovi Usa sembra invece tenersi lontano Papa Francesco, che ieri ha inviato un messaggio al nuovo presidente Usa, auspicando tra l’altro che sotto la sua guida “il popolo americano possa continuare a trarre forza dagli elevati valori politici, etici e religiosi che hanno ispirato la nazione sin dalla sua fondazione”. E come alcuni osservatori hanno già fatto notare, nello Studio Ovale della Casa Bianca, Biden ha voluto esporre una foto del Papa.

COVID 19… GAME OVER ?

21012021 farmaco diuretico

COVID 19… GAME OVER  ?

Dal quotidiano la “Repubblica di ieri”, leggo con piacere una notizia davvero esaltante e che mi ha messo di buon umore, con piacevole sorpresa apprendo di uno studio scientifico, tutto italiano, un gruppo di ricercatori baresi in collaborazione con alcuni loro colleghi romani pare abbiano scoperto che un  vecchio farmaco diuretico sia capace di inibire l’enzima del virus del Covid 19 nella sua riproduzione e lo fa  con elevata e sorprendente capacità ma soprattutto rapidità. La notizia mi ha ovviamente riempito di gioia e speranza perché rendere inoffensivo il virus e annientarlo con un semplice farmaco per via orale è molto più sbrigativo e semplice rispetto ai tempi biblici richiesti dall’inoculazione di un vaccino e a tutti i problemi legati alla necessaria organizzazione oltre che all’impiego di numerosi di operatori sanitari per le vaccinazioni di massa senza escludere il rischio di venir contagiati prima ancora di essere vaccinati. Il primo pensiero è stato emozionante… ho pensato che sarebbe la panacea ad un problema che da un anno falcidia gli anziani tuttavia, non leggendo né  non avendo constatato un riscontro da parte delle autorità sanitarie ho dubitato che forse anche questa ipotetica luce in fondo al tunnel è un’altra illusione ottica tant’è vero che non ho neanche pubblicato il link perché legittimamente dubbioso dopo un anno di chiacchere e illusioni e di esternazioni… di quegli esperti, almeno loro si dichiarano tali, che si sono presentati in Tv come i salvatori della salute degli italiani…  Ma questa è storia che appartiene al passato, andiamo all’oggi… incredibilmente leggo che anche in Spagna alcuni ricercatori sono arrivati alle identiche conclusioni italiane e ciò ci lascia sperare che forse si è sulla buona strada per ritornare alla normalità. Magari, lo auspico, se si interfacciassero i tre laboratori di ricerca per uno studio comune ciò significherebbe una concreta possibilità ed opportunità per arrivare al farmaco risolutivo in tempi celeri e poterlo sperimentare per verificarne la sua funzionalità ed accertarsi che non ci sia nessun rischio effetto collaterale e poterlo somministrare senza dover sottoscrivere “una liberatoria” legale.. C’è davvero da esser entusiasti, un farmaco non è come il vaccino e la sua produzione riuscirebbe a risolvere il problema pandemico per tutti i paesi e popoli del mondo… Tutti lo avrebbero e non ci sarebbe il solito distinguo tra ricchi e poveri . Attendiamo fiduciosi i sviluppi dello studio.

20012021…by… manliominicucci.myblog.it

…..

 

Covid, dalla Spagna il  farmaco con anticorpi policlonali che dà immunità immediata

21012021 farmaco diuretico

La multinazionale spagnola Grifols testerà già a partire da febbraio il farmaco che immunizza immediatamente contro il Covid

20 Gennaio 2021

Dopo la notizia giunta da un team di ricerca dell’Università di Bari secondo cui un farmaco già in uso, potente diuretico, potrebbe essere efficace contro il Covid, scoperta che, se confermata da trial cliici potrebbe imprimere una svolta estremamente importante alla pandemia, arriva dalla Spagna un’altra straordinaria scoperta.

La sperimentazione di Grifols sul farmaco anti-Covid che dà immunità immediata

Ci potrebbe essere un farmaco in grado di assicurare immunità immediata. E non è solo una speranza, ma una quasi realtà. La multinazionale spagnola Grifols testerà in Spagna il farmaco che immunizza immediatamente contro il Covid, avviando una sperimentazione clinica che potrebbe rivelare l’esistenza di un nuovo farmaco in grado di abbattere subito il virus dopo l’esposizione.

L’azienda, leader nelle terapie proteiche al plasma, inizierà questa nuova sperimentazione clinica in Spagna per valutare la sicurezza e l’efficacia di questo nuovo medicinale che si basa sull’immunoglobulina Gamunex-C e contiene anticorpi policlonali anti-SARS-CoV-2 ottenuti da donatori di plasma che hanno avuto il Covid e hanno superato la malattia.

La sperimentazione clinica, guidata dai ricercatori Oriol Mitjà e Bonaventura Clotet dell’Ospedale Germans Trias i Pujol di Badalona (Barcellona), inizierà prevedibilmente a febbraio e i primi risultati potrebbero essere noti già in primavera. Ai test parteciperanno circa 800 persone asintomatiche ma positive al Coronavirus, alle quali verrà iniettata l’immunoglobulina Grifols ricca di anticorpi contro il virus.

Il colosso farmaceutico catalano assicura che l’immunoglobulina Gamunex-C ha dimostrato sicurezza ed efficacia nella prevenzione di varie malattie infettive in pazienti immunocompromessi ed è stato utilizzato per più di 15 anni proprio per questo scopo.

Tutti i vantaggi di questo farmaco

Questo trattamento con immunoglobuline come base, spiegano i ricercatori, fornirebbe una combinazione di anticorpi policlonali che, rispetto agli anticorpi monoclonali, presentano una maggiore diversità che potrebbe migliorare la capacità di protezione contro il virus.

In più, la sua facilità di conservazione in frigorifero e la somministrazione sottocutanea favorirebbero la distribuzione e l’utilizzo di questa potenziale terapia, che potrebbe essere somministrata in qualsiasi studio medico, evitando la visita a un centro ospedaliero.

Il farmaco, un’immunoglobulina anti-SARS-CoV-2 somministrata per via sottocutanea, potrebbe essere utilizzato per proteggere soprattutto le persone anziane e il personale sanitario, nonché pazienti immunodepressi per i quali la vaccinazione potrebbe essere controindicata.

Secondo Grifols, il trattamento potrebbe essere somministrato negli ambulatori e negli studi medici dopo un risultato positivo del test per Covid-19, evitando così i ricoveri ospedalieri per una eventuale progressione della malattia e integrando il vaccino nella fase iniziale dopo la vaccinazione. La somministrazione di questo farmaco aiuterebbe anche a contenere i focolai in luoghi in cui la vaccinazione non è stata iniziata o non è stata completata.

Una simile terapia è anche in via di sperimentazione nel Regno Unito. Un farmaco che darebbe immunità immediata è in via di studio e sviluppo anche presso lo University College London Hospital (Uclh) e AstraZeneca, la società farmaceutica che, insieme all’Università di Oxford, ha anche creato uno dei vaccini anti-Coronavirus: l’obiettivo è dimostrare che un cocktail di anticorpi possa proteggere dal Covid almeno per un periodo compreso tra 6 e 12 mesi.

FINE DEL… “DOLCE DORMIRE” ?

epa08947763 Salvamar Mizar rescue vessel arrives at the Gran Tarajal port in Fuerteventura, Canary Islands, Spain, 18 January 2021 (issued 19 January 2021),The vessel rescued 69 migrants on board an inflatable boat, 78 kilometers southeast of Fuerteventura's coast.  EPA/Carlos de Saa

FINE DEL… “DOLCE DORMIRE” ?

Toh… finalmente anche l’Unione Europea si è accorta che il problema migranti non si può risolvere con le belle parole e i buoni intenti mediatici e con la pilotata accoglienza propagandistica… falsa solidarietà che ai cittadini europei costa un occhio della testa e che devono accettarlo senza fiatare altrimenti si viene tacciati con i peggiori epiteti… tante risorse spese inutilmente in un periodo disastroso come questo per l’economia del vecchio continente, fermo per la nota pandemia dalla quale pare non si riesca ad uscirne anzi,  ad aggravare la già difficile e complicata situazione del momento giungono notizie allarmanti e poco rassicuranti dall’economia tedesca perché il paese osserverà il lockdown totale sino al 15 febbraio e il PIL europeo è in caduta libera. Sono dieci anni che noi italiani chiediamo una regolamentazione ed una normativa a livello europeo che detti i tempi e modalità per chi intende venire in Europa, sia per lavorare che per costruirsi una vita nuova o peggio per chi scappa dalle guerre e vuole pace. Duole doverlo ammettere ma non si possono accettare tutti senza limiti e senza regole… perché ovviamente chiunque vive in un paese povero e sottosviluppato vorrà emigrare per migliorarsi e vivere in una società solidale e soprattutto in pace ma in Europa, oggi nel 2021 non ci sono più le condizioni “per… sognare”. Spiace anche dire che malgrado tutto avevo visto giusto e con ragione nel sostenere, anni fa, che avremmo pagato a caro prezzo l’immigrazione selvaggia ed incontrollata e ora, a quanto pare anche l’Unione Europea se n’è resa conto e intende riparare ai suoi errori… ma lo fa al solito modo, spendendo sempre soldi che in realtà sarà denaro regalato ai trafficanti e a tutti gli operatori delle organizzazioni di volontari… è roba da pazzi… ora che l’economia europea è al disastro bisognerebbe aiutare gli imprenditori in serie difficoltà e invece si pensa ancora ai migranti… ma non è possibile che questa gente ci governi, sono degli incapaci, non hanno il senso delle cose programmatiche… ora tanti a Bruxelles hanno capito che l’immigrazione non era “la panacea del problema economico” dell’Unione  e questa idea folle ci comprime dal giorno dai primi sbarchi a Lampedusa del 2010… un perseguire questa via ideologica impossibile da proseguire  in quanto ci vedremo in deficit anche per tutto l’anno 2021 con previsioni funeste nei consumi e nella produzione di beni e servizi. Quindi in un contesto del genere, cari europeisti…  spiegate a tutti i cittadini europei perché continuare ad importare migranti se non abbiamo bisogno di manodopera né di altri operai perché posti di lavoro non ce ne sono e nei prossimi mesi se ne perderanno milioni in tutta Europa ? Già… il problema lavoro… non c’è solo in Italia ma è una drammatica realtà in tutta l’Unione e quindi tutti i migranti che arrivano hanno una destinazione e futuro ben segnato, sicuramente emarginati e sistemati nelle baraccopoli inventate perché non ci sono alternative e diventano “manovalanza pura per la mafia” nigeriana. Sono anni che predico in tal senso… ma nessuno vuol capire, né in Italia né in Europa, che il vecchio continente non è più in grado di accogliere migranti… perché non si sa dove metterli ma soprattutto come farli vivere e lavorare e non possiamo mantenerli a vita… o no ? Credo che non sia dignitoso neanche per loro essere presi in giro con false promesse per poi “trovarsi buttati” in un immondezzaio, gente che comunque merita rispetto e dire no subito, per non illuderli ed imbrogliarli, è un obbligo per le persone serie ed oneste anziché dire sì, come fanno tanti ipocriti buonisti, solo per apparire bravi e simpatici dinanzi alle telecamere e poi, appena si è lontani dai riflettori si dimenticano delle belle parole e si abbandonano quei poveretti al loro destino con conseguenze prevedibile e drammatiche. Quel che odio è chi fa politica e propaganda con gente che vuole una vita in stile occidentale migliore di quella africana, ma il punto di dissolvimento del sogno è proprio questo, tolte, sino ad un paio d’anni fa, la Germania e l’Olanda, tutti in Europa sono nei casini economici dal 2009 e nessuno a parte loro poteva ospitare migranti e nonostante ciò si sono fatti entrare milioni di individui ai quali non si sa che cosa fargli fare ed ora che c’è li troviamo sulle strade in modo ingombrante… non sanno come diavolo affrontare il problema immigrazione se non offrendo soldi per riparare i buchi dell’incapacità organizzativa. Questa è la solita Europa degli incapaci… sostenuta da gente che non ha scrupoli pur di vedere trionfare le loro ideologie perché il punto è proprio questo : come si vuol fermare l’immigrazione ? Ma la si vuole davvero ?  Con le chiacchiere non andiamo da nessuna parte e col silenzio tra 30 anni si starà ancora parlando di come bloccare un fenomeno inarrestabile perché la società europea cambierà notevolmente sotto ogni profilo ed in particolar modo in quello religioso. Quando nel mondo si riuscirà a capire che il problema migranti va affrontato offrendo loro la certezza di un posto di lavoro e di una abitazione… allora l’immigrazione e l’accoglienza saranno le cose più belle e la solidarietà vincerà sempre.

19012021 …by… manliominicucci.myblog.it

….

 

Migranti: Johansson, situazione a isole Canarie è gravissima

Commissaria interviene al Pe

epa08947763 Salvamar Mizar rescue vessel arrives at the Gran Tarajal port in Fuerteventura, Canary Islands, Spain, 18 January 2021 (issued 19 January 2021),The vessel rescued 69 migrants on board an inflatable boat, 78 kilometers southeast of Fuerteventura's coast.  EPA/Carlos de Saa

Redazione ANSABRUXELLES

19 gennaio 2021

(ANSA) – BRUXELLES, 19 GEN – “La situazione nelle isole Canarie è gravissima, l’anno scorso c’è stato un incremento del mille per cento degli ingressi illegali, ecco perché la commissione europea ha fornito ulteriori finanziamenti tramite le nostre agenzie e anche tramite Frontex che è presente alle Canarie, per sostenere le autorità spagnole”. Lo ha detto la commissaria europea Ylva Johansson intervenendo al Parlamento europeo al dibattito sulla situazione umanitaria dei migranti e rifugiati ai confini esterni della Ue. “E’ anche importante considerare e trattare la questione delle rotte – ha aggiunto -, questa è una tra le più pericolose rotte verso l’Europa. Non sappiamo quanto siano le vittime”, ma “dobbiamo collaborare con i nostri partner esterni per proteggere le vite umane e contrastare i trafficanti”. (ANSA).

ORA MENO PONTI E PIU’ MURI… E COME MAI ?

epa08942488 A group of approximately 400 Hondurans arrives at the El Florido border point with Guatemala, near the municipality of Copan, Honduras, 16 January 2021. This group tries to catch up with the migrant caravan that crossed the border on 15 January and is heading to Mexico with the ultimate goal of the United States.  EPA/Jose Valle

ORA MENO PONTI E PIU’ MURI… E COME MAI  ?

“La mia agenda è come quella del presidente Biden”… lo ha detto proprio oggi il presidente del consiglio Conte alla camera dei deputati… auspichiamo che sia così anche nei fatti e non solo nelle parole. Infatti l’agenda migranti nel centro-America è mutata improvvisamente ha avuto un cambio repentino di programma… ora la polizia del Guatemala ha avuto ordine di non far passare il confine ai 3.500 migranti honduregni in transito nel loro paese… cioè, prima…… sino a quando Trump era il presidente degli Usa e la propaganda della “sinistra democratica” doveva fare il suo corso propagandistico ed era necessario costruire più ponti e meno muri si auspicava l’arrivo dei migranti negli USA. Una litania evocata dal Papa e la solita nenia dei buonisti e radical chic… ci hanno accompagnato e perseguitato per quattro lunghi anni,  azioni mirate contro Trump nelle Americhe e contro Salvini e Orban in Europa, politici  dipinti come esseri disumani o demoni anti migranti, per quattro anni abbiamo assistito allo stillicidio di accuse, vergognose ed infondate, dai buonisti e radical chic d’opportunità… fatte proprio di una arroganza e aggressività mediatica senza precedenti nella storia recente, una comunicazione artefatta e solo ricca  di ipocrisia e falsità ed epiteti. Più volte ho sottolineato l’opera volgare di impoverire i paesi ospitanti con folli politiche di accoglienza, però… l’ideologia è più importante dell’interesse di una nazione e per poter riuscire a vincere le battaglie e abbattere l’odiato nemico, quello anti rivoluzionario per intenderci, che non la pensa come loro la bugia e le falsità sono componenti determinanti per raggiungere lo scopo… e con qualunque mezzo, anche se scorretto e vile è accolto da loro sempre con entusiasmo. Prima erano  3.500 gli honduregni in viaggio verso gli USA di Trump  e tutto il mondo occidentale si era mobilitato con i media con l’unico fine di screditare Trump e far apparire Bidè come il salvatore del mondo e dei migranti… Già, perché passata la festa delle elezioni e messo da parte il demone ecco che i migranti, nel frattempo sono diventati 9.000, non fanno gola più ai media e ai buonisti “non gliene frega più un tubo” dei migranti e in definitiva, come ho sempre scritto e ripetuto, la bellissima “telenovelas honduregna” non interessa più a nessuno, anzi… sono convinto che lo stesso Joe Biden avrà chiamato il presidente del Guatemala e gli avrà detto di bloccare i migranti sul suo territorio e che al confine non devono attraversare il loro confine e arrivare negli USA perché se ciò accadesse il presidente americano sarebbe obbligato a respingerli una volta arrivati al muro eretto dall’amico Obama. Quindi cambio di programma, più balle colorate e meno ponti… Comodissimo lasciare la patata bollente dei “poveri disgraziati che scappano dalla fame” al paese centro americano… magari in cambio di un po’di soldoni e così nessuno ci fa la figura alla “Emilio Fede” cioè… “quella di merda” ! Chissà perché la questione migranti non funziona anche da noi così… Lo immaginavo e scritto che la “nuova America di Bidè” avrebbe dimostrato subito il vero volto dello sciacallaggio democratico al primo vero problema. Non siamo ancora all’insediamento ufficiale del “democratico Bidè” e già si delineano scenari poco tranquilli, la Russia è stata minacciata per la questione legata all’arresto  di Alexei Navalny, arrestato perché era in libertà vigilata a seguito di una condanna nel 2014, e questa intromissione non certo gioverà al nuovo presidente che diventa prosecutore all’operato di Obama… già, il ” premio Nobel per la pace”  che ha preteso ed ottenuto le sanzioni contro Putin. Rammento a tutti gli italiani imprenditori, simpatizzanti di Obama e Bidè, che se le nostre merci, formaggi, salumi, vini, frutta, mobili, abbigliamento etc… non vengono più esportati nel paese russo è proprio grazie al democratico Obama e in cambio, cari imprenditori simpatizzanti, da lui avete ricevuto solo belle parole di circostanza… che a casa mia “non riempiono la pancia” !

18012021…by… manliominicucci.myblog.it

…..

 

Novemila migranti in marcia verso gli Usa dall’Honduras: scontri con la polizia in Guatemala

epa08942488 A group of approximately 400 Hondurans arrives at the El Florido border point with Guatemala, near the municipality of Copan, Honduras, 16 January 2021. This group tries to catch up with the migrant caravan that crossed the border on 15 January and is heading to Mexico with the ultimate goal of the United States.  EPA/Jose Valle

Domenica 17 Gennaio 2021

Circa novemila migranti honduregni sono entrati in Guatemala forzando il confine con la speranza di raggiungere gli Stati Uniti e un gruppo di circa 3.500 persone si è scontrato con la polizia, dopo aver percorso circa 50 chilometri all’interno del Paese. Decine di poliziotti e soldati erano schierati a un posto di blocco nella città di Vado Hondo, nel dipartimento di Chiquimula. Alcuni hanno forzato il passaggio del cordone di polizia prima di essere intercettati, secondo il servizio migratorio locale che ha nuovamente chiesto loro documenti e test Covid.

Il direttore generale delle Migrazioni, Guillermo Diaz, ha chiesto loro di tornare nel loro Paese e ha messo a disposizione camion e autobus per accompagnarli al confine. E ha assicurato all’emittente TN23 che d’ora in poi il sistema di polizia sarà «rafforzato». Un nuovo ingresso illegale, come avvenuto al confine, non «accadrà più», ha detto, «non potranno passare». La carovana era entrata nel Paese tra venerdì sera e sabato mattina al posto di frontiera di El Florido, 220 chilometri a est della capitale guatemalteca. Alla polizia era stato ordinato di lasciar passare i migranti, tra cui c’erano molte famiglie con bambini.

E ORA SONO 24+1… I MORTI POST VACCINO !

18012021 siringa covid

E ORA SONO 24+1… I MORTI POST VACCINO !

Eh no !  Non ci siamo proprio, troppe morti  si registrano nella fase post inoculazione del vaccino della Pfizer-NTech… ora le cose così non vanno più bene e assumono contorni da veri e propri  omicidi premeditati…  Eh sì, purtroppo pare sia  proprio così, dopo la morte dell’infermiera portoghese, all’inizio  di   gennaio, ieri ne abbiamo contati ben 23 di decessi avvenuti nel paese scandinavo norvegese in identica modalità di esecuzione… Quindi dopo le 23 sciagurate morti, anche loro tutti a  seguito dell’inoculazione del vaccino  della Pfizer, ora abbiamo anche un caso in Italia e più precisamente a Mantova, la morte del 25° soggetto e particolarmente allarmante, perché trattasi di un medico e di soggetto non propriamente “molto anziano”… considerata la sua età, un uomo di 64 anni, che non la si può definire certamente un età  a rischio…  e per giunta, cosa di non poco conto, un medico. E’ il devastante epilogo e destino che stanno prendendo i vaccini della Pfizer che deve indurci non più alla riflessione, come scrivevo e chiedevo in un mio articolo proprio ieri, ma al sospetto… lecito e intelligente sugli effetti collaterali letali del vaccino Pfizer-NTech !  Forse la mancata consegna di questi giorni dei vaccini commissionati si deve proprio alle nuove e pessime notizie di riscontro che emergono dagli “effetti collaterali letali”… fa anche rima, ma non è un gioco di parole né ho tanta voglia di ironizzare in certe questioni ma stiamo parlando della probabile perdita della vita di persone, anche care, e che poterebbero esserci genitori o nonni o carissimi amici. Comincio a nutrire  e ad avere seri dubbi e perplessità sull’efficacia  e sicurezza del vaccino Pfizer-NTech, e comunque sia, aspettiamo di vedere quello di Moderna per capire meglio e se è il caso di preferirlo rispetto a quello meno sicuro della Pfizer. Dico poco sicuro perché c’è qualcosa che non funziona, ma questo è “territorio dei ricercatori scientifici” e non mio, a me spetta solamente il compito, che assolvo con piacere, di evidenziare e denunciare gli eventuali danni che “potrebbe arrecare”  il vaccino e logicamente porlo all’attenzione dei media, del popolo del mondo e soprattutto all’attenzione dei vari ministri europei e mondiali affinché intervengano  prontamente a bloccare le vaccinazioni del vaccino Pfizer-NTech. Qui non si scherza…  perché il vaccino è stato inoculato già a diversi milioni di persone e se gli effetti collaterali sono questi… e a tal punto da portare il paziente alla morte, sarebbe opportuno sospenderlo immediatamente e passare a quello di Moderna che pare sia molto più affidabile della Pfizer. Avevo ben ragione quindi  a dubitare del vaccino anti Covid 19 sostenendo  che il periodo di sperimentazione non era sufficientemente adeguato e ora, 25 persone, almeno quelle… “note ed ufficiali”… sono decedute senza sapere quante altre persone sono morte e se le loro morti, ora, ci vengono nascoste e classificate come “morti ordinarie” per evitare il panico tra i popoli. E’ un dubbio amletico che mi pervade la mente, perché conoscendo i vari governi, in particolar modo quelli di sinistra e di regime, e il loro modo di operare non mi meraviglio più di niente ! Evidentemente il decesso di qualche migliaio di persone rientra nel… “novero degli effetti collaterali” accettabile ! Vediamo cosa emerge nell’autopsia del medico di Mantova, ma ho dubbi che ci racconteranno la verità, la posta in gioco è troppo alta e importante sotto il profilo economico e politico per tutti per essere “onesti  nella comunicazione”.

17012021…by… manliominicucci.myblog.it

….

 

Cosa sappiamo del medico morto a Mantova dopo il vaccino Covid

18012021 siringa covid

Un medico di 64 anni è morto a Mantova alcuni giorni dopo aver ricevuto il vaccino Pfizer-BioNTech: è stata disposta l’autopsia per capire se il decesso sia o meno una conseguenza

16 Gennaio 2021

Venerdì 15 gennaio è stata disposta l’autopsia sul corpo di Enrico Patuzzo, medico 64enne morto a Mantova. Era stato vaccinato pochi giorni prima contro il Covid, solo gli esami sul cadavere potranno confermare l’assenza di un nesso tra la vaccinazione e il decesso. Da tempo, comunque, l’uomo soffriva di problemi cardiaci. Aveva deciso di farsi vaccinare anche a tutela delle proprie condizioni di salute.

L’autopsia è stata richiesta dalla direzione dell’Asst, Aziende socio sanitarie territoriali della Lombardia, che ha contestualmente informato sia gli organismi di governo regionali sia le autorità di regolazione tecnico-scientifica.

Cosa sappiamo del medico morto a Mantova dopo il vaccino Covid

Al medico era stato somministrato il vaccino Pfizer-BioNTech, ma il decesso potrebbe essere collegato ai problemi cardiaci di cui l’uomo soffriva.

Secondo Fanpage, infatti, l’uomo era stato costretto in passato a chiedere il trasferimento in una struttura più adatta ai suoi standard lavorativi: per questo era stato riassegnato all’ospedale Pieve di Coriano.

Nelle prossime ore è quindi atteso il risultato dell’autopsia per capire quali siano state le cause del decesso.

Altri casi simili: Genova, Stati Uniti e Portogallo

Una decina di giorni fa un caso simile si era verificato in una Rsa di Genova. Una donna di 89 anni, ospite della struttura, è deceduta in seguito a una emorragia cerebrale. Vaccinata prima della morte, le indagini del medico legale non hanno rilevato nessi causali diretti tra emorragia e siero anti Covid.

Il giorno prima della morte del medico di Mantova, il caso di Gregory Michael ha scosso gli Stati Uniti. Il medico, infatti, è morto alcuni giorni dopo aver ricevuto la dose del vaccino anti Covid di Pfizer-BioNTech.

Il dottore lavorava a Miami e aveva 56 anni. La causa del decesso di Michael non è ancora nota: starebbe indagando la stessa Pfizer, il cui vaccino gli era stato somministrato 16 giorni prima della morte.

Il primo decesso a gettare ombre sul vaccino si era verificato a inizio a gennaio, quando un’infermiera (Sonia Azevedo) è morta in Portogallo pochi giorni dopo aver ricevuto il vaccino. In quel caso, però, l’autopsia ha chiarito come non ci sia stata alcuna correlazione tra la somministrazione del vaccino Pfizer-BioNTEch.

INCIDENTI IN LINEA CON LE PREVISIONI !

epa08940572 A nurse prepares to administer Pfizer-BioNTech COVID-19 vaccine at a hospital in Krakow, southern Poland, 15 January 2021. Poland started a vaccination campaign against the coronavirus disease (COVID-19) on 27 December 2020.  EPA/Lukasz Gagulski POLAND OUT

INCIDENTI IN LINEA CON LE PREVISIONI !

Nel pomeriggio appena trascorso ho pubblicato un link relativo ad una notizia allarmante che ci giunge dalla lontana Norvegia, una di quelle che a leggerle di primo acchito ti lasciano interdetto e nel contempo ti fanno esplodere il cervello per una miriade di domande sovrapposte e fatte di perché e com’è possibile… è inquietante e terrificante il  suo contenuto, leggendola vengo a conoscenza della morte di 23 anziani nella “civilissima Norvegia” dopo l’inoculazione del vaccino anti covid 19  della Pfizer – BioNtech… Con sgomento e incredulo la prima domanda che mi nasce spontanea è : ma com’è possibile che un vaccino possa determinare la morte di una persona contro la sua volontà e passivamente ? Malata o sana che sia o giovane o anziana una persona, fa poca differenza per come la vedo io, quel che conta è che il risultato di una terapia antivirale a mezzo vaccinazione ha come fine ed obiettivo di preservare la salute umana e non accompagnare il vaccinato nell’oltretomba…  Ma vogliamo scherzare ? E’ qualcosa  di impensabile per una mente sana e pensante… 23 morti innocenti che mi hanno turbato ed irritato notevolmente per non dire altro, perché per logica… morire dopo essere stati vaccinati  è un paradosso epocale perché di fatto, in linea teorica, avrebbe dovuto preservarli proprio dalla morte, già… è alquanto singolare che un uomo o una donna, in età avanzata, che sono obbligati a vaccinarsi per un fine unico che è quello di vivere… invece … invece si ora trovano dentro un contenitore di legno pronto per la sepoltura o la cremazione, e il tutto contro la loro volontà e quella dei familiari . E’ inaccettabile che degli anziani signori perdano così la vita nel disinteresse ed ironia della casa farmaceutica americana, ammazzati a quel modo come si trattassero di criminali ai quali va iniettata un liquido letale  come quello destinato ai condannati a morte. Immagino che sicuramente il loro decesso sarà un evento drammatico per i loro familiari, lasceranno dei figli, moglie o marito, dei nipotini e tanti cari amici che non rivedranno mai più… e perché ? Per un “effetto collaterale”… si ammazzano le persone… eh sì, gente che è deceduta per mano di un vaccino evidentemente non testato adeguatamente e immesso nel mercato farmaceutico con l’unico intento di far soldi e subito, una vera e propria strage scandinava e non bisogna nascondere assolutamente la realtà e la verità… gente che si è vista rubare la propria vita e i loro cari da un “effetto collaterale non calcolato”… roba da non credere ! Oggi ho pubblicato il primo post con solo un trafiletto di commento ma poi in serata leggendo l’articolo di riferimento del secondo link postato sulle morti norvegesi consto che la casa farmaceutica proprietaria del vaccino dichiara che i 23 morti non sono un “dato allarmante” e che  “il numero degli incidenti finora  è in linea con le previsioni “… e aggiunge che “sono appena 11,1 casi su un milione . Morti in linea alle previsioni ? E’ incredibile quel che hanno detto… e agghiacciante il modo di come commentano i dati sui morti i signori della Pfizer – BioNtech… Già, è semplice quanto facile esternare invitando a non fare allarmismi quando si tratta della morte di un padre o di una madre degli altri… e sì, il dolore degli altri i signori “vaccinari di lusso” mica lo sentono, loro non versano lacrime né si disperano per la morte di qualcuno… che importanza ha se 11 persone, ogni milione, muoiono per problemi collaterali al liquido produttivo di dollari, cosa volete che conti per il loro business… pensate che secondo le loro stime dovrebbero essere 11.000 le vittime per ogni miliardo post vaccino che moltiplicato 7, tanti sono gli abitanti della Terra,  abbiamo un dato poco significativo e “non allarmante” di almeno 77.000 esseri umani destinati alla morte, dato, che se rispettato, darà conferma e certezza ai loro criteri e ai diagramma analitici stimati e previsti. Ecco, ora comprendo perché vogliono essere firmati la liberatoria dal paziente prima di inoculargli il vaccino, perché scientificamente non sono in grado di assicurare la perfetta riuscita della vaccinazione nel tempo e temono i risvolti legali che li vedrebbe sempre condannati  e in più oggi abbiamo dei morti norvegesi che devono farci riflettere sulla questione. Non sarebbe meglio attendere qualche altro mese di sperimentazioni per verificarne gli effetti collaterali ? Magari quelle persone si possono salvare ? E non venitemi a fare la retorica che erano malati e che comunque erano destinati alla morte perché se lo fate, vi dico che siete stretti parenti di quelli che i forni crematori li tenevano sempre funzionanti. Vorrei sapere cosa intende fare la commissione europea e il nostro ministro della salute… senza Speranza ! Che disastro epocale !

16012021…by… manliominicucci.myblog.it

…..

 

Pfizer in contatto con Oslo,’su morti dati non allarmanti’

Per agenzia norvegese ‘numero incidenti in linea con previsioni’

epa08940572 A nurse prepares to administer Pfizer-BioNTech COVID-19 vaccine at a hospital in Krakow, southern Poland, 15 January 2021. Poland started a vaccination campaign against the coronavirus disease (COVID-19) on 27 December 2020.  EPA/Lukasz Gagulski POLAND OUT

Redazione ANSAROMA

16 gennaio 202117:29NEWS

 

(ANSA) – ROMA, 16 GEN – Pfizer e BioNTech stanno lavorando con l’agenzia del farmaco norvegese per indagare sui decessi di persone anziane associati alla vaccinazione anti-Covid. Lo ha reso noto l’azienda farmaceutica americana, riporta Bloomberg. L’ente di controllo norvegese, ha riferito Pfizer, ha rilevato che “il numero degli incidenti finora non è allarmante ed è in linea con le previsioni”.
Le reazioni allergiche ai vaccini – rileva ancora Bloomberg – sono state finora rare. Negli Stati Uniti le autorità sanitarie hanno segnalato 21 casi di reazioni allergiche gravi dal 14 al 23 dicembre dopo la somministrazione di circa 1,9 milioni di dosi iniziali del vaccino sviluppato da Pfizer-BioNTech. Ossia un’incidenza di 11,1 casi per milione di dosi, secondo i Centers for Disease Control and Prevention. (ANSA).

PIÙ’ PONTI MENO MURI… SARA’ COSI’ ?

epa08939240 Hondurans leave in a new caravan of migrants from the Great Metropolitan Central of San Pedro Sula, Honduras, 15 January 2021. More than 3,000 Honduran migrants left in a caravan to the United States, where they hope to arrive despite warnings from the governments of USA, Guatemala and Mexico that they will not allow the entry of people who try to cross irregularly.  EPA/JOSE VALLE

PIÙ’ PONTI MENO MURI… SARA’ COSI’ ?

Anni fa ho avuto la possibilità di visionare il video di un professore americano, docente universitario di economia, che ci spiegava con delle semplici palline colorate e con dei contenitori di vetro quanto l’immigrazione incontrollata proveniente dal centro e dal sud delle Americhe potesse mettere a rischio il sistema sociale statunitense e addirittura poterlo mettere nelle condizioni di affossarlo mettendo in crisi, se non la fine, i programmi assistenziali gestiti dai singoli stati. Assistenza che negli Usa ha un alto valore sociale ed è particolarmente attenta e vicina al cittadino bisognoso con basso reddito, quindi parliamo di famiglie con bambini, donne in gravidanza, anziani e disabili,  loro ricevono un contributo economico, di origine federale, che copre il 60% delle spese e che permette di sopravvivere alle difficoltà o alla improvvisa perdita del lavoro. Un sistema per niente male che in Europa e Italia invece non trovano identici strumenti applicativi per sollevare le sofferenze della famiglie indigenti o per evitare il suicidio degli imprenditori alla fame. Fenomeno poi aggravato dall’ulteriore invasione di migranti extracomunitari il cui loro desiderio è vivere in occidente e ovviamente lavorare ed essere assistiti soprattutto a livello sanitario, scolastico e abitativo, desideri che gravano sul bilancio dello stato in assenza di regolare contribuzione e del pagamento delle tasse. Il quadro molto sconcertante è questo, lo è indipendentemente dal lato umanitario e da qualunque angolatura la si guardi ma l’immigrazione forzata dà questi frutti, l’economia e le banche non guardano all’umanità e non sono sensibili alle loro necessità e uno stato deve anche tener conto di questi fattori, la disamina economica è fondamentale per comprendere le difficoltà nell’accogliere gente che vuol darsi un futuro migliore ed in quale modo poterli accogliere. Guardate l’esperienza disastrosa italiana dell’accoglienza, baraccopoli ai margini della città, ragazzi dediti allo spaccio di stupefacenti e manovali della mafia nigeriana, le ragazze obbligate a prostituirsi e quei pochi che riescono a trovare un lavoro vengono retribuiti per quattro soldi, così è in tutta Europa e cosi è anche da anni al confine col Messico negli Usa. Trump aveva capito bene quale fosse il problema degli immigrati al confine e senza falsi giri di parole aveva posto come prioritario il problema, far desistere l’immigrazione incontrollata di massa era una necessità e un suo obiettivo e il muro per lui rappresentava una parziale soluzione. Analizziamo per ipotesi cosa potrà accadere al paese nord-americano se i primi tremila migranti, ora in marcia dall’Honduras, riusciranno ad entrare nel paese grazie alla “bontà del nuovo presidente Biden”, già… ora si potrà far entrare chiunque nel paese visto che il “criminale Trump” non c’è più… ma sarà davvero così ? Assolutamente no, ne sono certo e convinto… la propaganda è un conto e i fatti reali sono ben altra cosa, poi vedrete se il muro iniziato da Obama verrà terminato o abbattuto e se le migliaia di migranti riusciranno ad attraversare il confine messicano, la solita solfa dei democratici di sinistra… già… perché ora le cose sono cambiate e quindi tagli, impedimenti e soprusi non saranno più messi in risalto dai media… anzi tutto tornerà com’era prima, il silenzio tombale dei media pro democratici sarà per loro un “gradito ritorno”. Vedremo quanti ponti saranno costruiti e quanti muri si abbatteranno… ricordatevi questa battuta tra un paio di anni e vi renderete conto che la politica di Biden sarà quella di Obama che va esattamente all’opposto di Trump, con l’unica differenza di avere il supporto della gran cassa mediatica… già, quello che fanno i democratici è sempre corretto… anche “le guerre”, invece quello che fanno i conservatori e populisti è sempre sbagliato… anche la pace. Oltretutto c’è da fare un’ultima considerazione: ma il sistema americano economico, in piena pandemia, è in grado di accogliere decine o centinaia di migliaia di immigrati sul suo territorio ? E quanti ne potrà ospitare pensando che solo dal vicino Messico, che conta una popolazione di oltre cento milioni di poveri affamati, ne potrebbero arrivare a milioni ? Ho l’impressione che il professore delle palline colorate vedrà in futuro le sue ragioni e dubbi in merito all’immigrazione. Io resto a guardar e scrivere quel che vedo !

15012021…by… manliominicucci.myblog.it

….

 

epa08939240 Hondurans leave in a new caravan of migrants from the Great Metropolitan Central of San Pedro Sula, Honduras, 15 January 2021. More than 3,000 Honduran migrants left in a caravan to the United States, where they hope to arrive despite warnings from the governments of USA, Guatemala and Mexico that they will not allow the entry of people who try to cross irregularly. EPA/JOSE VALLE

ANSA.IT

Più di 3.000 migranti in marcia dall’Honduras verso gli Usa – Primopiano