LA PAZIENZA E’ PERSA !

LA PAZIENZA E’ PERSA !

Io sto con i miei amici e lavoratori tarantini e non c’è ombra di dubbio che non stia con loro !  Sono padri di famiglia e uomini  hanno moglie e figli e credo che abbiano tutto il sacrosanto diritto di vivere decorosamente, nutrirsi secondo criterio civile, è lo stato ha l’obbligo di garantire loro una vita dignitosa. “Cara ministro del lavoro”,  perché ignora il problema della dignità umana ?  Anche i lavoratori hanno diritto ad essere salvati dalla disperazione, dalla fame e dal suicidio… mica ce l’hanno solo i migranti che hanno riempito la città jonica…  si vuol dar da fare e risolvere la grana o bisogna arrivare alle estreme conseguenze ? Se non ci sono altre vie o soluzioni con privati allora questo benedetto stabilimento… nazionalizziamolo e convertiamolo a combustile non inquinante come il gas e compatibile con l’ambiente, lo si rimette  in sesto e in produzione attiva tornando ai livelli di 20 anni fa, ed una volta raggiunti gli  obiettivi lo si venda  al miglior offerente che garantisca continuità di produzione e posti di lavoro. Questa era ed è la mia proposta da anni, ma vedo che voi tergiversare e fate gli gnorri . ora se gli operai perdono la pazienza e menano, ricordate che non è colpa dei populisti ma dei “ministri bibitari e menefreghisti”… Ricordatelo ! 21092020

…by… manliominicucci.myblog.it

x contact : manliominicucci@gmail.com

A.Mittal: operai bloccano strada statale

Iniziativa cassintegrati durante riunione Fim, Fiom, Uilm e Usb

Redazione ANSATARANTO21 settembre 202014:16NEWS

21092020 OPERAI EX ILVA

(ANSA) – TARANTO, 21 SET – Un gruppo composto inizialmente da una sessantina di lavoratori del siderurgico ArcelorMittal di Taranto ha bloccato un tratto della Strada Statale 100, davanti alla fabbrica, per protestare contro il massiccio ricorso alla cassa integrazione, le problematiche di sicurezza e la mancanza di risposte sul futuro dello stabilimento.
L’iniziativa, degli operai cassintegrati, è stata messa in atto proprio mentre era in corso una riunione di Fim, Fiom, Uilm e Usb per decidere eventuali forme di mobilitazione, in relazione alle criticità segnalate sugli impianti denunciando una scarsa manutenzione. Al presidio dei lavoratori si sono poi uniti rappresentanti sindacali.

Il blocco stradale è stato poi rimosso. Da fonti sindacali si apprende che martedì 22 settembre i lavoratori saranno in presidio davanti alla portineria C, per impedire il passaggio delle merci, e giovedì si autoconvocheranno a Palazzo Chigi, a Roma. “La totale assenza di risposte da parte del Governo – sottolinea Francesco Brigati della Fiom Cgil – sta contribuendo pesantemente ad alimentare un clima di esasperazione”.

Dopo il blocco stradale di oggi sulla statale 100, per giovedì 24 settembre i sindacati Fim, Fiom, Uilm e Usb hanno proclamato uno sciopero di 24 ore, a partire dalle 7, dei dipendenti diretti, dell’appalto e di Ilva in Amministrazione straordinaria, contestualmente alla manifestazione indetta a Palazzo Chigi. In una lettera alla presidenza del Consiglio, ai Ministeri dello Sviluppo economico e del Lavoro, alla Prefettura di Taranto, le organizzazioni sindacali affermano che “la fabbrica è insicura”.
 

LA PAZIENZA E’ PERSA !ultima modifica: 2020-09-22T19:07:57+02:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento