LA CENSURA DI FACEBOOK

LA CENSURA DI FACEBOOK

censura

NUOVAMENTE BLOCCATO DA FACEBOOK PERCHÉ A LORO, NON PIACE CHE IO RACCONTI LA VERITÀ’ E INFORMI IL POPOLO ITALIANO SUL FALLIMENTO  DELL’IMMIGRAZIONE E SULLA ISLAMIZZAZIONE VOLUTA IN EUROPA E SUL MODO DEI MEDIA DI FARE INFORMAZIONE . OGNI VOLTA CHE TRATTO QUESTI ARGOMENTI PUNTUALMENTE VENGO BLOCCATO, EPPURE SONO INFORMAZIONI TRATTE DA ORGANI UFFICIALI DI STAMPA .

A SEGUIRE VI RIPORTO L’ARTICOLO “INCRIMINATO”…LEGGETELO E POI GIUDICATE VOI..!

 

censura

E SE LA MADRE E’ FASCISTA ?

Parigi, 7 gennaio 2015, strage di Charlie Hebdo ad opera di due fratelli terroristi islamici, l’epilogo registra 12 morti e 11 feriti, la strage all’interno della redazione del giornale satirico francese prima, proseguì  all’esterno nelle vie pubbliche della città dopo con il tragico omicidio del poliziotto francese che tendeva la mano ai suoi carnefici nel vano tentativo di salvarsi…fu poi finito con un colpo infame  alla testa, la strage venne motivata e giustificata con la continua offesa, ironia e satira nei confronti dell’Islam e del suo profeta Maometto trascurando un piccolo particolare e cioè, che in Francia il diritto alla libertà di espressione si basa principalmente sulla Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino…anno domini.. 1789 .  Tuttavia e sebbene il giornale satirico avesse tutti i diritti per farlo, si levò una voce fragorosa di dissenso nel coro unanime  di disprezzo, da un certo signor Bergoglio, in arte Santo pontefice della chiesa cattolica cristiana di Roma, nell’occasione, ebbe a dichiarare che il gesto criminale comunque andava compreso sino in fondo e il suo pensiero lo esternò con questa frase : “Si aspetti un pugno chi offende mia madre. La libertà di parola ha dei limiti”.  Quindi, ricapitolando, restando in linea col pensiero del papa abbiamo che se uno offende la “propria madre”, intesa come ideologia politica o religiosa, è legittimato alla reazione e quindi il pugno ci sta tutto. Pertanto e per conseguenza di ciò, i criminali terroristi islamici vengono parzialmente assolti a livello morale religioso ma non da quello penale di uno stato civile per i loro atroci ed efferati crimini. Tutto chiaro il ragionamento e giusta l’opinione del Santo padre ? Bene, trasferiamoci ora a Roma, e analizziamo la storia dei ragazzi violenti che hanno colpito i loro coetanei che indossavano una maglietta di un’organizzazione culturale, “Cinema America”, non capisco perché vengano considerati antifascisti questi ragazzi poiché, mi sembra, che il fine dell’organizzazione non sia politico ma quello culturale promovendo la riapertura di un cinema, se poi i ragazzi fanno politica ..beh.. allora il discorso appare più complesso ed è chiaro che ci possano essere degli attriti tra le opposte fazioni… Ora, ipotizzando che i fatti accaduti e raccontati dai media, minuziosamente, siano conforme alla realtà e dando per scontato che i picchiatori siano di fede e ideologia fascista allora ditemi, c’è differenza tra un po’di ceffoni e pugni  e la morte violenta di dodici persone ? Già perché il punto è proprio questo, raffrontando i due casi sembrano simili per certi versi,  secondo papa Bergoglio i ragazzi fascisti, reagendo violentemente con pugni e ceffoni, all’insulto ricevuto, avrebbero avuto ragione in quanto offesa la loro “madre fascista” mentre per il codice penale, esattamente come prima,  ovviamente hanno torto . Nel primo caso si è poi messo da parte la satira per non irritare più i fedeli islamici mentre per i violenti ragazzi  l’episodio di Roma trova riscontro mediatico incredibile da diversi giorni, accompagnato da uno stillicidio mentale al pari di un campo di rieducazione sovietico.  Arriviamo alla conclusione, soliti due pesi e due misure e  si strumentalizza ad arte volutamente, ma ora il papa cosa direbbe ai ragazzi violenti figli ideologici della “madre fascista” ? Già, in questi episodi i conti non tornano mai, siamo alle solite cose della politica italiana mediatica, si accettano violenze inaudite senza “colpo ferire”  ma non si tollera una lite come ne accadono tante ogni giorno in Italia, però quando accade a parti inverse, questo clamore mediatico non c’è e perché ?  Lo so, la mia riflessione e sottile ma profonda…per il resto …ai commenti pensateci voi..19062019

…by…manliominicucci.myblog.it

censura

LA CENSURA DI FACEBOOKultima modifica: 2019-06-20T01:55:19+02:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento