I “MISERABILI DELLE…VACCHE” !

22012021 biden-chiesa-1200-690x362

I “MISERABILI DELLE…VACCHE” !

No, non intendo ironizzare sul magico romanzo scritto con maestria dal grande Victor Hugo… no, mi riferisco a quanto sta accadendo nel mondo in questi ultimi giorni, sia alla fine della libertà e valore elettorale del popolo italiano che dello stravolgimento nella politica americana, interna ed estera, all’indomani dell’insediamento Joe Biden.  Già… abbiamo assistito allo scempio e alle pantomime varie che i nostri governanti, e tanti politici, hanno messo in atto vergognosamente, legalizzando di fatto il “mercato delle vacche”… il cui fine è stato solo quello di “acquistare e corrompere con promesse” alcuni senatori dell’opposizione e far tradir loro spudoratamente il mandato ricevuto dagli elettori, nei fatti tradendoli e pugnalandoli alle spalle, aborrendo la vera politica democratica che drammaticamente da 30 anni non è più presente nella nostra vita in termini di lealtà ed onestà… già, quella che è defunta oggi è la politica italiana che non ha più i connotati di politica morale e pulita, onesta e laboriosa e al servizio del paese e soprattutto col dovuto rispetto e fedeltà al voto ricevuto. No la politica è definitivamente morta nell’aula del senato il 19/01/2020…in quella drammatica serata si è consumato il più vergognoso tradimento all’elettore italiano che si è visto passare il suo voto da un partito all’altro senza consenso e senza aver ricevuto una richiesta di autorizzazione al tradimento. Che misero squallore vedere i   “miserabili parlamentari” italiani eletti con i nostri voti e spostarsi da un partito all’altro come se il mio voto e quello degli italiani non contasse un pisello !  Che pena mi hanno fatto tanti senatori privi di dignità, rispetto per il popolo e amore per la patria. Uno spettacolo ricco di meri interessi personali e di conto corrente degno di essere paragonato alla spartizione territoriale dei clan mafiosi, una sceneggiatura del peggior film di horror che si è voluta trasformare in un’operazione mediatica dagli “alti contenuti morali e nobili”. Chiamare costruttori e responsabili chi ha tradito il voto elettorale non merita neanche di essere chiamato onorevole o senatore. Il paradosso dei “costruttori”, ora  consto che due senatori dello schieramento di centro destra, ai quali tanti elettori hanno dato il loro voto e fiducia,  hanno tradito e pugnalati alle spalle. La democrazia non è questa, perché grazie a loro ora mi vedo governato sempre da persone che non solo non ho votato ma che addirittura non rappresentano la maggioranza degli italiani. Vivo quindi in un’apparente democrazia… perché nei fatti con l’astensione del gruppo politico che ha creato la crisi e il tradimento dei due senatori di forza Italia e il peso di tre senatori a vita, che non hanno neanche preso un voto dagli elettori, ci riconsegnano nuovamente il governo del fallimento che avrà la possibilità di affondare ancora di più il paese. E proprio l’identico argomento di affondamento del paese lo stanno vivendo inconsciamente anche gli americani… eh sì, il neo presidente ha già sovvertito ed annullato la politica di 4 anni dell’era Trump, il muro al confine col Messico non vedrà ulteriori costruzioni ma abbattimenti… solo che mi chiedo se intende abbattere solo quello costruito da Trump o anche quello costruito da Obama ? In Italia i voltagabbana li chiamano “costruttori e responsabili” e i distruttori della società come li chiamano negli USA ? Già, Biden è uno di quelli che subdolamente opera in quel senso, per gli americani lui sarà un vero problema perché non ha le idee chiare ed è un contraddittorio vivente, lo ho ascoltato in campagna elettorale ma ora a sentirlo dire che da buon cristiano tollererà l’aborto anche al nono mese… francamente di fede cristiana ne vedo molto poca in lui e dubito sulle sue buone intenzioni. Infatti dopo un giorno dal suo insediamento, ha battuto tutti i record, è già in conflitto aperto con la chiesa cristiana americana e ovviamente con tutti i cristiani. Il mondo sta cambiando e noto che sta sempre andando più lontano dai miei antichi e  cari concetti basilari di vita quali : famiglia, amore, educazione, onestà, moralità, patria e lealtà ! Bene per gli americani che si sono “liberati” di Trump e ora si vedono un “ meraviglioso Biden rivoluzionario” quindi, i tanti milioni di migranti che saranno regolarizzati e diventeranno cittadini americani, finalmente ne potranno arrivare altri tanti milioni, e ben vengano, visto le porte aperte per tutti. Ripubblicherò questo articolo tra due anni… così, giusto per far due conti con la memoria e per… farci due risate !

21012021 …by… manliominicucci.myblog.it

….

Usa, i vescovi cattolici americani contro Joe Biden: “Le sue politiche su aborto e famiglia fanno avanzare il male”

22012021 biden-chiesa-1200-690x362

La Cei americana segna la prima frattura con la nuova amministrazione. Già in campagna elettorale Biden era stato criticato per non essere un “cattolico in piena regola” e in Carolina del Sud gli era anche stata negata la comunione. Ma chi si tiene lontano dalle polemiche è Papa Francesco

di F. Q. | 21 GENNAIO 2021

Usa, ecco cosa c’è negli ordini esecutivi firmati da Biden il primo giorno alla Casa Bianca: dal ‘muslim ban’ al muro col Messico
Biden, l’appello alla “normalità” è piaciuto anche ai repubblicani. Firmati 15 ordini esecutivi che ribaltano l’agenda TrumpJoe Biden ha giurato: è il 46° presidente degli Stati Uniti. “Aiutatemi a unire l’America, c’è molto da ricostruire. Il mondo ci guarda”. Trump lascia la Casa Bianca ma promette: “Torneremo, in qualche modo”

È il secondo presidente cattolico della storia americana dopo John Fitzgerlald Kennedy, ma le gerarchie americane sono già sul piede di guerra con Joe Biden, nel mirino per le sue politiche sull’aborto. L’attacco, durissimo, arriva dall’arcivescovo di Los Angeles Jose Gomez, presidente della Conferenza dei vescovi cattolici Usa (Usccb, in pratica la Cei americana) che punta il dito contro il nuovo presidente con un messaggio che nelle ore del giuramento al Campidoglio conquista ampio spazio sui media conservatori e segna già una prima frattura con la nuova amministrazione.

Stati Uniti, Trump rientra in Florida mentre Biden giura da presidente e viene accolto da un gruppo di sostenitori

Per Gomez le politiche del nuovo presidente, che con la morte del figlio Beau nel 2015 si è ulteriormente avvicinato alla fede, “faranno avanzare il male morale e minacceranno la vita e la dignità umana, in maniera più grave in materia di aborto, contraccezione, matrimonio e genere”. Gomez esprime quindi “grave preoccupazione” per “la libertà della Chiesa e la libertà dei credenti di vivere secondo coscienza”. Dichiarazioni che rimarcano la spaccatura che anche nella campagna elettorale è sembrata crearsi tra Democratici e chiesa cattolica. Viene ricordato come Biden, secondo presidente cattolico della storia Usa, abbia recentemente ribaltato le sue decennali posizioni sull’Emendamento Hyde, il provvedimento legislativo che impedisce l’impiego di fondi federali per l’aborto, a meno che non sia a rischio la salute della donna o se la gravidanza è frutto di incesto o stupro.

Stati Uniti, Joe Biden firma i primi atti ufficiali da presidente- Le immagini

Inoltre, Biden si è anche impegnato a codificare la storica sentenza della Corte Suprema ‘Roe contro Wade’ in materia di aborto. Una decisione che, secondo i conservatori, consentirebbe l’aborto fino al momento della nascita. A conferma delle frizioni tra il mondo cattolico Usa e il neo presidente, viene inoltre ricordato che durante la campagna presidenziale a Biden sia stata negata la comunione da un prete della Carolina del Sud. Mentre ad agosto, il cardinale Raymond Burke, ex capo dell’Arcidiocesi di Saint Louis, dichiarò che Biden non era un cattolico “in piena regola”.

Stati Uniti, Jennifer Lopez canta alla cerimonia di insediamento di Joe Biden. Il messaggio (in spagnolo) dal palco: “Libertà e giustizia per tutti”

Nella sua dichiarazione, Gomez sottolinea tra l’altro come l’aborto sia anche una questione di “giustizia sociale“, perché “non possiamo ignorare il fatto che le percentuali di aborti siano molto più altre tra i poveri e le minoranze e che la procedura è usata regolarmente per eliminare i bambini che nascerebbero con delle disabilità”.

Le dichiarazioni di Gomez non sono piaciute al cardinale di Chicago Blase Cupich, che le ha definite “sconsiderate”, segnalando un’ulteriore frizione all’interno della stessa chiesa cattolica Usa. Cupich ha inoltre sostenuto che i vescovi Usa abbiano ricevuto la dichiarazione di Gomez solo poche ore prima della sua pubblicazione, senza la possibilità di una discussione collegiale.

Joe Biden, la moglie Jill si commuove dopo il giuramento del marito come presidente degli Stati Uniti

Dalle polemiche in seno ai vescovi Usa sembra invece tenersi lontano Papa Francesco, che ieri ha inviato un messaggio al nuovo presidente Usa, auspicando tra l’altro che sotto la sua guida “il popolo americano possa continuare a trarre forza dagli elevati valori politici, etici e religiosi che hanno ispirato la nazione sin dalla sua fondazione”. E come alcuni osservatori hanno già fatto notare, nello Studio Ovale della Casa Bianca, Biden ha voluto esporre una foto del Papa.

I “MISERABILI DELLE…VACCHE” !ultima modifica: 2021-01-21T16:37:53+01:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento