MA SONO GIA’… ANTIFA !

A person dressed in black throws a projectile in Paris on November 28, 2020 during a protest against the "global security" draft law, which Article 24 would criminalise the publication of images of on-duty police officers with the intent of harming their "physical or psychological integrity". - Dozens of rallies are planned on November 28 against a new French law that would restrict sharing images of police, only days after the country was shaken by footage showing officers beating and racially abusing a black man. (Photo by GEOFFROY VAN DER HASSELT / AFP)

MA SONO GIA’… ANTIFA !

La Francia è in rivolta… i francesi ne hanno “piene le palle”… dei modi violenti della polizia degli ultimi tempi contro i cittadini, bianchi o neri non ha importanza, ma sono stanchi soprattutto nel riscontrare l’indifferenza del ministro degli interni, Christophe Castaner, lui è lì da due anni incollato a quella poltrona ed incapace a gestire e ad assicurare la sicurezza ai cittadini francesi, come anche inerme a risolvere, affrontando con piglio e decisione, il problema violenza delle spettrali “banlieue parigine”… linfa vitale al terrorismo islamico, i parigini oramai ne hanno piene le scatole del loro governo e di Jean Castex e non gradiscono più, in particolar modo quel signore che qualche anno fa, nel 2017, hanno eletto presidente della repubblica a danno di una certa Marine Le Pen, un giovanissimo banchiere prestato dalla finanza europea alla politica francese con l’obiettivo identico a quello dei governanti italiani ovvero, abbattere le ricchezze nazionali e portare il popolo alla miseria e alla fame, ed effettivamente ci sono riusciti… devo ammettere che sono stati proprio bravi. Cosa singolare però… e francamente fa tanto ridere, che la maggioranza dei francesi non l’ha voluta la Le Pen perché “considerata fascista” e quindi hanno preferito “l’antifascista Macron”… però, curiosamente e guarda caso… oggi i parigini si lagnano degli “antifascisti eletti”, scendono in piazza a protestare contro la polizia, il governo tutto e ovviamente contro il presidente Macron definendoli tutti “violenti fascisti”! E cosa davvero patetica è la presenza del movimento “Antifa” che dà del fascista al governo francese e al presidente Macron stesso, e la cosa davvero divertente è che nella loro manifestazione hanno esposto uno striscione in lingua italiana con su scritto: “siamo tutti antifascisti”! Ma mi chiedo, è una manifestazione contro la violenza in genere, iniziativa che mi trova perfettamente in linea se così fosse, oppure è la solita pantomima di carattere politico per dire al popolo italiano e dei miei cari amici francesi che la violenza è solo fascista mentre quella praticata dalla sinistra mondiale è “tutta salute ed amore” ? Rammento che dalle polizie segrete dei vari paesi socialisti abbiamo avuto grandi lezioni sia nel passato che nel presente e ne cito alcuni : la ex Germania est e la sua famosa Stasi, regalava morte e terrore senza preoccuparsi di essere chiamata… fascista, oppure la… AVH ungherese, macellai umani in perenne azione tanto che alla fine dei suoi giorni comunisti il paese magiaro ci ha lasciato in eredità un museo di orrori a Budapest da vedere … con gli adulti ovviamente… e come la si definisce e con cosa la si paragona la violenza distribuita al popolo sovietico dalla famigerata KGb sovietica sino agli anni ’90… appena 30 anni fa… ? E ancora, perché non citare come riferimento alla violenza quella cubana, la D.G. responsabile della morte di decine di migliaia di cittadini non comunisti, o forse sarebbe meglio assimilare la violenza a quella della temutissima polizia segreta cinese, la G.A.B., che ancora oggi miete vittime a raffica e ad Hong Kong ne sanno qualcosa, chiedere per conferma ! La violenza non deve avere una matrice politica anzi non ce l’ha, la violenza è solo la forza dei forti contro i deboli e deve essere intesa e definita come il tentativo di sopraffare o sopprimere un altro essere umano quando questi vuol difendere i propri diritti e… punto. Quindi, chiedo a quei “simpatici e bravi signori del movimento antifa” : ma che diavolo c’entra il fascismo e la politica con quattro deficienti in abito da poliziotto che vanno giro a combinare casini ? Per come la vedo io questo movimento che si mescola alla giusta rabbia e protesta dei parigini è il solito tentativo di pilotare un manifestazione e farle assumere una connotazione politica e darle il solito colore rosso, però questa volta sono cascati male perché al governo già ci sono gli…”antifascisti” o no ? 281112020

…by… manliominicucci.myblog.it

GLI SCONTRI

Francia, manifestazione a Parigi e in altre città: in decine di migliaia contro lo stop ai filmati della polizia in servizio

Disordini alla Marcia per le libertà di Parigi, dove la polizia ha lanciato lacrimogeni all’arrivo del corteo alla Bastiglia

di Stefano Montefiori

A person dressed in black throws a projectile in Paris on November 28, 2020 during a protest against the "global security" draft law, which Article 24 would criminalise the publication of images of on-duty police officers with the intent of harming their "physical or psychological integrity". - Dozens of rallies are planned on November 28 against a new French law that would restrict sharing images of police, only days after the country was shaken by footage showing officers beating and racially abusing a black man. (Photo by GEOFFROY VAN DER HASSELT / AFP)

 

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
PARIGI Decine di migliaia di persone hanno sfilato a Parigi, nonostante il lockdown, per protestare contro le violenze della polizia e chiedere il ritiro della «legge sulla sicurezza globale» che all’articolo 24 vieta di filmare poliziotti e gendarmi in azione e di diffondere poi i video «con intenzioni malevole».

Una folla impressionante che si è radunata sull’onda dell’emozione per il pestaggio di Michel Zecler, produttore musicale aggredito da quattro poliziotti che lo hanno riempito di calci, pugni e manganellate insultandolo al grido di «sporco negro». Nel loro rapporto gli agenti hanno riferito che l’uomo si era ribellato al controllo e li aveva aggrediti cercando di strappare loro le armi di servizio. Le immagini delle videocamere di sorveglianza e del video girato da un vicino, che con la nuova legge sarebbero proibite, hanno dimostrato che i poliziotti mentivano. Gli incidenti Dopo il raduno in place de la République, nera di folla, i manifestanti hanno marciato verso la Bastiglia.

29112020 parigi

A qualche centinaio di metri dalla piazza sono scoppiati gli incidenti, con cassonetti della spazzatura incendiati e un furgone rovesciato, mentre i manifestanti erigevano le barricate. Gli agenti hanno sparato le granate lacrimogene mentre un gruppo di giovani vestiti di nero e con le bandiere del movimento “antifa” scandivano lo slogan — in italiano — «Siamo tutti antifascisti».

Dopo lo scandalo provocato dai video sul pestaggio a Michel Zecler, il presidente Macron ha scritto un lungo intervento su Facebook per prendere le distanze dai poliziotti responsabili assicurando che verranno licenziati e per rassicurare i cittadino che i valori della République saranno rispettati, anche e soprattutto dalle forze dell’ordine. Ma la confusione è grande tra le autorità, il ministro dell’Interno, Gérald Darmanin parla di «azioni inaccettabili» a proposito del pestaggio ma è accusato di avere finora protetto i troppi abusi della polizia, rifiutando di ammettere l’esistenza stessa del problema. Il primo ministro Jean Castex ha annunciato che l’articolo 24 verrà riesaminato e riscritto da una commissione indipendente, ma dopo le proteste della sua stessa maggioranza parlamentare ha rinunciato al progetto. La società francese è in francese, anche i campioni del mondo Kylian Mbappé e Antoine Griezmann hanno preso posizione contro le violenze e il razzismo della polizia.

 

MA SONO GIA’… ANTIFA !ultima modifica: 2020-11-28T21:01:04+01:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento