L’ALBERO DEGLI STUPIDI.

AUTISTA

L’ALBERO DEGLI STUPIDI…

Secondo voi dall’albero degli stupidi che frutti si possono raccogliere ? Quand’è il tempo opportuno per coglierli ? E poi, qual è il sapore del frutto dell’albero degli stupidi ? È un po’ complessa la tematica, ma vediamo di affrontarla con la necessaria lucidità e non con la consueta idiozia che contraddistingue tanti politici buonisti della sinistra che della saccenza ed arroganza ne fanno il loro verbo ideologico. Allora, tutti sicuramente ricorderete lo scampato pericolo dei 50 bambini che hanno rischiato di morire bruciati vivi, tempo addietro, nell’autobus guidato da un extracomunitario con uno strano permesso di soggiorno, ebbene “l’eroico autista” ha esposto ad un giornalista, con fredda lucidità e calcolo criminale, il suo progetto e disegno horror, riuscire a portare i bambini sino all’aeroporto di Milano e poi, poi…attirare su di sé l’attenzione dei media… però, “l’eroico criminale”, non ha spiegato come avrebbe fatto ad attirarla, forse bruciando i nostri bambini vivi o morti ? Oppure sarebbe entrato col bus nel terminal con i bambini all’interno o li avrebbe fatti scendere prima al fine di evitare la morte di qualche piccolo ? Non lo ha detto…ma quello che mi ha letteralmente impressionato è inorridito è l’assurda fede delle sue idee, dove la priorità è il puro cinismo dell’organizzazione e pianificazione dell’atto terroristico nel suo insieme. E in tutto questo i buonisti non s’indignano, anzi si prodigano a cercare le più ridicole giustificazioni per convincerci che lui è bravo, e quello era solo un gesto di disperazione. Il frutto della stupidità è proprio questo, è autoconvincersi che noi abbiamo bisogno di tanti migranti, il sapore è amaro veleno, perché noi a quella gente non potremo mai assicurare nessun roseo futuro, e in ultimo, il tempo della stupidità va dal primo giorno di gennaio all’ultimo di dicembre…gli stolti vanno sempre di moda e in tutti mesi…03022020

 …by… manliominicucci.myblog.it

….

Sy: volevo mia storia facesse giro mondo

Lo scorso marzo sequestrò un pullman con 50 studenti a bordo

AUTISTA

Redazione ANSAMILANO

03 febbraio 2020

(ANSA) – MILANO, 03 FEB – “Volevo essere arrestato perché la mia storia facesse il giro del mondo”. Lo ha detto stamane durante l’interrogatorio in aula a Milano, Oussenyou Sy, il 47enne che lo scorso 20 marzo ha dirottato, sequestrato e incendiato un pullman con a bordo 50 ragazzi, due insegnanti e una bidella, nei pressi di San Donato milanese. Ha sostenuto che il suo piano era di arrivare con il bus a Milano, “o comunque oltre l’Adda”, per fare in modo che il tribunale competente per il suo caso fosse quello di Milano. “Volevo venire in uno dei tribunali più grandi al mondo” per “raccontare l’orrore che sta accadendo davanti ai nostri occhi”, ovvero la situazione dei migranti morti nel Mediterraneo. Come ha sottolineato il pubblico ministero Luca Poniz, titolare dell’ indagine, al contrario l’uomo, in varie occasioni e nel corso dell’interrogatorio avvenuto dopo il fatto, ha sostenuto di volere arrivare col pullman all’aeroporto di Linate.

 

L’ALBERO DEGLI STUPIDI.ultima modifica: 2020-02-04T19:02:48+01:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento