FORSE NON TUTTI GLI IMMIGRATI …SONO RISORSE…

Espulsa Anila,reclutava donne per l’Isis

Spinse Fatima in Siria. ‘A Parigi fatto bene, Allah li protegga’

(ANSA) – ROMA, 17 OTT – Il suo compito era quello di reclutare le donne: prima le invitava ad abbracciare l’ideologia dell’Isis, poi le portava su posizioni sempre più radicali, infine le convinceva a partite per la Siria o l’Iraq e ad unirsi al jihad che i loro uomini già stavano combattendo contro gli infedeli. Arta ‘Anila’ Kakabuni era un pericolo per la sicurezza dello Stato e ieri, appena uscita dal carcere, è stata messa su un aereo per l’Albania ed espulsa con un decreto firmato dal ministro dell’Interno Matteo Salvini.
La donna, albanese di 44 anni, era in Italia dal 2003 e viveva a Grosseto con il fratello. Secondo l’antiterrorismo il suo compito sarebbe stato quello di reclutare adepti per l’Isis.
Lo avrebbe fatto anche con Maria Giulia Sergio, la prima foreign fighter italiana che ha preso il nome di battaglia di Fatima e che dal settembre del 2014 è in Siria dove assieme al marito Aldo Kobuzi si è unita all’Isis.

 © ANSA

FORSE NON TUTTI GLI IMMIGRATI …SONO RISORSE…

O forse lo sono ? Dipende tanto dal punto di vista, se la si guarda dall’angolatura islamica, lei allora è una santa e una meritevole combattente, se la vediamo dall’ottica di un cristiano lei è la sorella di.. Satana, se la si vede dal punto di vista democratico e di uno stato civile, allora lei è solo una terrorista ..e che va punita severamente. Come sempre, dipende tutto da come la si pensa e da parte che la si guarda,  questo vale per tutte le religioni del mondo e soprattutto anche per la politica, è il paradosso al quale non ci abitueremo mai, oltretutto, se da una parte un concetto o un’azione può sembrar giusta e lodevole,  per l’altra sicuramente è sbagliata o a volte ritenuta criminosa. E’ sempre il solito dilemma, chi ha ragione ? Parto proprio da queste riflessioni per smontare una volta per sempre l’utopia dell’integrazione tra popoli diversi, con religioni diverse, abitudini alimentari diversi, usi e costumi diversi, modi di vivere e idee totalmente diversi.. Chiunque arrivi in un determinato paese non cambia il proprio modo di pensare o la sua alimentazione per far piacere anzi, istintivamente cerca di imporre il proprio bagaglio culturale perché poi in definitiva uno mette in pratica quel che ha imparato dai suoi genitori e dai nonni. Non mi sorprende che la donna albanese si sia prodigata in tal senso, per chi non conosce l’islam magari si scandalizza ma lei, seguendo i dettami coranici, ha fatto il suo dovere e non troverete mai un buon musulmano che la critichi o parli male di lei, anzi viene considerata una “santa donna”. Certo, a noi occidentali questi discorsi non ce li fanno ascoltare o vedere in televisione o leggere sulla stampa, li omettono volutamente per non creare antipatie e scontri con il mondo islamico…  ma la realtà è questa, piaccia o non piaccia.. e Oriana Fallaci l’ha urlato all’Europa per 20 anni…senza nessun risultato. Chissà quante Maria Giulio Sergio ci sono in Europa e non lo sappiamo, ma ad oggi nessuno si è posto il problema a livello politico ed è grave che non ci si sia occupati sino ad oggi per regolamentarlo come si dovrebbe, anche se va detto che la legge coranica è anti costituzionale e nessuno lo dice ..io sì….17102018.

FORSE NON TUTTI GLI IMMIGRATI …SONO RISORSE…ultima modifica: 2018-10-17T21:31:17+02:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento