DACCI OGGI IL FEMMINICIDIO !

Ha ucciso moglie e suocera colpendole al volto e alla gola con un coltello o un arnese da lavoro, 15 marzo 2021. Poi ha telefonato ai carabinieri confessando il duplice omicidio ed è sceso in strada. Avrebbe cercato anche di compiere atti autolesionistici, ma alla vista di alcuni conoscenti è fuggito a bordo della sua auto. Il duplice femminicidio si è consumato a Massafra, nel Tarantino. Il ricercato è Antonio Granata, 61 anni, che si occupa di potature di alberi e piante e non ha precedenti penali.
ANSA/RENATO INGENITO

DACCI OGGI IL FEMMINICIDIO !

Ci risiamo con la rabbia del maschietto di turno impazzito che vuol fare vedere al mondo intero quanto è “bravo e violento” e ci fa vedere come si ammazza una giovane donna, di appena 39 anni, a colpi di martello… Eh già, questo di ieri, a differenza del solito, è un inedito scenario in quel tragico mondo del femminicidio senza fine, un odioso rito oramai consueto e consumato sino alla disperazione e che purtroppo pare non voglia mai trovare e scrivere la parola… fine ! È raccapricciante l’accaduto, non si era mai sentito di donna morta col sistema delle martellate, questa volta si è toccato con mano l’infinita crudeltà demoniaca, una modalità che può essere messa in pratica solo da un pazzo pericoloso a cui la libertà sarebbe dovuta essere già tolta diversi anni prima e non permettergli di mettere a segno un omicidio così efferato. È l’ennesimo insopportabile ed inaccettabile omicidio di una donna, un efferato crimine che mi lascia basito, incredulo e interdetto nel commentarlo perché non ho e non ci sono parole per commentare una roba del genere. Mi son sempre chiesto perché la gente è così stupidamente e inutilmente violenta nei confronti di un essere più debole, e perché ci si accanisce senza umana pietà qualunque siano le cause e motivi dell’ira del folle. Ci sono tanti modi per gestire le incomprensioni e la rabbia del coniuge o del compagno convivente, per esempio, facendosi aiutare dai psicologi o quando serve anche dai psichiatri e per mettere in funzione il sistema, basta semplicemente fare una telefonata alla polizia o ai servizi sociali del proprio comune, quindi è sufficiente segnalare il caso dell’uomo “molto nervoso” e bisogna farlo in tempi non sospetti per lui, stratagemma che può salvare la vita di una donna. Infatti se al futuro carnefice si impedisce di proseguire nella sua opera demoniaca quotidiana certamente sì potrà evitare che si rinnovi il “rituale del femminicidio”. Questo è un piccolo consiglio che do alle donne che vivono situazioni particolari e aggiungo che se non trovate il coraggio di telefonare per evidente terrore e paura allora confidate i vostri problemi ad una amica del cuore o ad una parente stretta. Dobbiamo far comprendere alle donne che si trovano in difficoltà di convivenza che l’uomo che si ha a fianco non è un uomo degno di starle vicino e un domani, non tanto remoto, il lui… potrebbe diventare il suo carnefice. Spero solo che qualche donna in evidente difficoltà mi legga e decida di seguire il mio consiglio è riuscire ad uscirne indenne da qualunque situazione di sofferenza in ambito casalingo. Diciamo basta al femminicidio !

19042021 …by…  … https://manliominicucci.myblog.it/   https://vk.com/id529229155

Uccide moglie a martellate e si costituisce

Nel Vicentino, la vittima aveva 39 anni

Ha ucciso moglie e suocera colpendole al volto e alla gola con un coltello o un arnese da lavoro, 15 marzo 2021. Poi ha telefonato ai carabinieri confessando il duplice omicidio ed è sceso in strada. Avrebbe cercato anche di compiere atti autolesionistici, ma alla vista di alcuni conoscenti è fuggito a bordo della sua auto. Il duplice femminicidio si è consumato a Massafra, nel Tarantino. Il ricercato è Antonio Granata, 61 anni, che si occupa di potature di alberi e piante e non ha precedenti penali.
ANSA/RENATO INGENITO

Redazione ANSAVICENZA

18 aprile 202119:48N

(ANSA) – VICENZA, 18 APR – Un cinquantenne ha ucciso la moglie di 39 anni a martellate. E’ avvenuto a Pove del Grappa (Vicenza).

Dopo il delitto l’uomo si è costituito ai Carabinieri. A dare l’allarme con una chiamata al 112 è stato lo stesso omicida, fermato dai carabinieri della compagnia di Bassano del Grappa una volta arrivati nella sua abitazione. I militari sono attualmente sul posto per i rilievi. (ANSA).

ENGLISH

 

GIVE US THE FEMINICIDE TODAY!

Here we go again with the anger of the crazy boy who wants to show the whole world how “good and violent” he is and shows us how to kill a young woman, just 39 years old, with hammer blows … Oh yeah, this yesterday, unlike the usual, is an unprecedented scenario in that tragic world of endless femicide, a hateful rite now customary and consumed to the point of despair and which unfortunately never seems to want to find and write the word … end! What happened is horrifying, he had never heard of a dead woman with the hammering system, this time he touched the infinite demonic cruelty, a modality that can only be put into practice by a dangerous madman to whom freedom would be had to have already been removed several years before and not allow him to score such a heinous murder. It is yet another unbearable and unacceptable murder of a woman, a heinous crime that leaves me thrilled, incredulous and forbidden to comment on it because I have no and there are no words to comment on such a thing. I have always wondered why people are so foolishly and unnecessarily violent towards a weaker being, and why they rage without human mercy whatever the causes and motives of the madman’s anger. There are many ways to manage the misunderstandings and anger of the spouse or cohabiting partner, for example, by getting help from psychologists or when needed also by psychiatrists and to put the system into operation, just simply make a phone call to the police or social services. of one’s own municipality, therefore it is sufficient to report the case of the “very nervous” man and it must be done in times not suspicious for him, a stratagem that can save a woman’s life. In fact, if the future executioner is prevented from continuing in his daily demonic work, it will certainly be possible to avoid the renewal of the “ritual of femicide”. This is a little piece of advice that I give to women who live in particular situations and I add that if you do not find the courage to call out of obvious terror and fear then you should confide your problems to a close friend or a close relative. We must make women who find themselves in difficulty living together understand that the man who is next to her is not a man worthy of being close to her and in the future, not so distant, he … could become her executioner. . I just hope that some woman in obvious difficulty will read me and decide to follow my advice and be able to come out unscathed from any situation of suffering in the home environment. Let’s say enough to femicide! 19042021 … by … … https://manliominicucci.myblog.it/ https://vk.com/id529229155

He kills his wife with a hammer and constitutes himself

In the Vicenza area, the victim was 39 years old

Ha ucciso moglie e suocera colpendole al volto e alla gola con un coltello o un arnese da lavoro, 15 marzo 2021. Poi ha telefonato ai carabinieri confessando il duplice omicidio ed è sceso in strada. Avrebbe cercato anche di compiere atti autolesionistici, ma alla vista di alcuni conoscenti è fuggito a bordo della sua auto. Il duplice femminicidio si è consumato a Massafra, nel Tarantino. Il ricercato è Antonio Granata, 61 anni, che si occupa di potature di alberi e piante e non ha precedenti penali.
ANSA/RENATO INGENITO

ANSAVICENZA editorial staff

April 18, 202119: 48N

(ANSA) – VICENZA, APRIL 18 – A 50-year-old man killed his 39-year-old wife with hammering. It took place in Pove del Grappa (Vicenza).

After the crime, the man turned himself in to the Carabinieri. To give the alarm with a call to 112 was the same murderer, stopped by the carabinieri of the company of Bassano del Grappa once they arrived at his home. The military is currently on site for surveys. (HANDLE).

 

FRANCAISE

 

DONNEZ-NOUS LE FÉMINICIDE AUJOURD’HUI!

On repart avec la colère du fou de service qui veut montrer au monde entier à quel point il est “bon et violent” et nous montre comment tuer une jeune femme de 39 ans à peine, à coups de marteau … Oh ouais, cet hier, contrairement à l’habituel, est un scénario sans précédent dans ce monde tragique de fémicide sans fin, un rite haineux désormais coutumier et consommé au désespoir et qui malheureusement ne semble jamais vouloir trouver et écrire le mot … fin ! Ce qui s’est passé est horrible, il n’avait jamais entendu parler d’une femme morte avec le système de martèlement, cette fois il a touché à la cruauté démoniaque infinie, une modalité qui ne peut être mise en pratique que par un fou dangereux à qui la liberté aurait dû déjà être enlevé plusieurs années auparavant et ne pas lui permettre de marquer un meurtre aussi odieux. C’est encore un autre meurtre insupportable et inacceptable d’une femme, un crime odieux qui me rend ravi, incrédule et déconcerté de commenter parce que je n’ai pas et il n’y a pas de mots pour commenter une telle chose. Je me suis toujours demandé pourquoi les gens sont si bêtement et inutilement violents envers un être plus faible, et pourquoi ils se déchaînent sans pitié humaine quelles que soient les causes et les motifs de la colère du fou. Il existe de nombreuses façons de gérer les incompréhensions et la colère de votre conjoint ou de votre concubin, par exemple, en se faisant aider par des psychologues ou en cas de besoin également par des psychiatres et pour mettre le système en marche, il suffit de passer un coup de téléphone de sa propre municipalité, il suffit donc de signaler le cas de l’homme «très nerveux» et cela doit être fait dans des moments qui ne sont pas suspects pour lui, un stratagème qui peut sauver la vie d’une femme. En effet, si le futur bourreau est empêché de continuer son travail démoniaque quotidien, il sera certainement possible d’éviter le renouvellement du «rituel du fémicide». C’est un petit conseil que je donne aux femmes qui vivent dans des situations particulières et j’ajoute que si vous ne trouvez pas le courage d’appeler par une terreur et une peur évidentes, vous devriez confier vos problèmes à un ami proche ou à un parent proche. . Il faut faire comprendre aux femmes qui se retrouvent en difficulté à vivre ensemble que l’homme qui est à côté d’elle n’est pas un homme digne d’être proche d’elle et qu’à l’avenir, pas si lointain, il … pourrait devenir son bourreau. J’espère juste qu’une femme en difficulté évidente me lira et décidera de suivre mes conseils et de pouvoir sortir indemne de toute situation de souffrance à la maison. Disons assez au fémicide!

19042021 … par … … https://manliominicucci.myblog.it/ https://vk.com/id529229155

Il tue sa femme avec un marteau et se constitue

Dans la région de Vicenza, la victime avait 39 ans

 

Ha ucciso moglie e suocera colpendole al volto e alla gola con un coltello o un arnese da lavoro, 15 marzo 2021. Poi ha telefonato ai carabinieri confessando il duplice omicidio ed è sceso in strada. Avrebbe cercato anche di compiere atti autolesionistici, ma alla vista di alcuni conoscenti è fuggito a bordo della sua auto. Il duplice femminicidio si è consumato a Massafra, nel Tarantino. Il ricercato è Antonio Granata, 61 anni, che si occupa di potature di alberi e piante e non ha precedenti penali.
ANSA/RENATO INGENITO

Rédaction d’ANSAVICENZA

18 avril 202119: 48N

(ANSA) – VICENZA, 18 AVRIL – Un homme de 50 ans a tué sa femme de 39 ans à coups de marteau. Il a eu lieu à Pove del Grappa (Vicenza).

Après le crime, l’homme s’est rendu aux carabiniers. Donner l’alerte en appelant le 112 était le même meurtrier, arrêté par les carabiniers de la compagnie de Bassano del Grappa une fois arrivés à son domicile. L’armée est actuellement sur place pour des enquêtes. (MANIPULER).

 

DACCI OGGI IL FEMMINICIDIO !ultima modifica: 2021-04-19T13:42:20+02:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento