METTETE I FIORI NEI VOSTRI CANNONI !

METTETE I FIORI NEI VOSTRI CANNONI !

Canzone dei favolosi anni ’70, la cantavano i Giganti, gruppo musicale italiano, una canzone il cui unico fine era quello di lanciare un messaggio di pace al mondo ed in particolar modo a metter fine alla  guerra nel Vietnam, una guerra che “avviliva gli occidentali e le loro coscienze umanitarie e solidali”… una sanguinosa guerra iniziata nel 1955 dai francesi e finita vent’anni dopo. La modalità di espressione canora è  parte di quella cultura che è proprio della “sinistra democratica mondiale e italiana”… è sempre quella… la solita e cioè, quella di cercar sempre con degli slogan e una nota musicale un’apparente soluzione pacifica smuovendo le masse contro l’odiato di turno e indirizzare l’opinione pubblica contro il nemico del popolo e difendere l’altro… presunto difensore della propria ideologia. In quel tempo i cattivi erano gli americani, “erroneamente accusati” da tutti i media e politici, tacciati di aggressione al paese vietnamita mentre i veri aggressori erano i sobillatori comunisti, i vietcong e i  Khmer rossi loro alleati e invece… loro venivano considerati le vittime, allucinante ma è questa la verità… niente di strano nella storia del mondo diviso in tanti blocchi ideologici, è sempre stato così e sarà sempre così sino a quando stampa e Tv non avranno il coraggio di raccontare la verità tenendo fuori gli interessi economici e politici. Infatti chi ha fatto realmente perdere la guerra agli americani e ai vietnamiti sono stati i media stessi americani e quelli europei, stranamente sempre schierati a fianco dei comunisti vietnamiti. La conclusione è che il popolo vietnamita vive dal lontano 1975 sotto una “rigidissima dittatura” e il bello è che quelli che… “cantavano e ballavano per i vietcong” oggi sono in silenzio dal lontano 1976… non proferiscono neanche più una parola e il loro coraggio di prima è affossato nelle feci più putride del silenzio mediatico. Oggi non si parla del Vietnam… neanche  a scuola per indicarlo sulle cartine geografiche, eppure in quel paese si sfruttano i bambini per produrre le scarpe che poi… i radical chic che “combattevano per la libertà del popolo vietnamita”… indosseranno in Europa e negli Usa… che paraculata vero ? Pensate che la drammatica storia della gente occidentale sempre schierata contro i principi democratici d’origine cristiana sia finita ? Assolutamente no, siamo all’inizio di un nuovo dramma, noi stiamo rivivendo l’identica storia vietnamita del 1955 con risultati che presumo, non faccio il mago di professione, saranno molto vicini a quelli raggiunti dai vincitori comunisti vietnamiti. La nuova lotta dei “paraculi radical chic” si chiama integrazione con i fedeli di religione islamica e nonostante i massacri e le gesta terroristiche inaudite che subiamo quotidianamente  i nostri media cosa fanno ? In tutti modi cercano sempre di sviarci dalla vera realtà, o meglio dalla “verità”… i criminali, senza giri di parole, ci vengono presentati come poveri disgraziati, disadattati, non integrati o addirittura malati psichiatrici le cui colpe devono ricadere puntualmente su di noi, questo  sta accadendo ora in Europa e negli Usa, ed è esattamente quello che accadde negli anni ‘70/80. Poi quando l’Islam grazie a loro avrà preso potere e piede nel mondo occidentale tutti i radical chic spariranno e nella disperazione diranno : “ma noi non pensavamo che”… Sono decenni che lancio avvertimenti ma pare che abbia miseramente perso tempo e “il capo” di quel professore di storia francese staccato dal suo corpo è la prova concreta delle mie paure. In Vietnam quando arrivarono i comunisti al potere la famiglia venne distrutta, tutti figli del regime e il cristianesimo come tutte le altre religioni furono immediatamente cancellate, per dirla in breve niente “Dio e famiglia”… non so se vi ricorda qualcuno. Finalmente il presidente Macron, lo ha detto a margine di una conferenza stampa in relazione all’omicidio, che la situazione islamica è preoccupante e la libertà di espressione ha la precedenza in tutto… forse pare abbia compreso la gravità della situazione ed ora vuol metterci un argine, speriamo che sia l’inizio di una difesa delle nostre origini, e  mentre lui pensa al domani… il nostro governo e i nostri media nicchiano e fanno finta di niente. Quante teste serviranno ancora per capire ? 17102020

…by. . manliominicucci.myblog.it 

https://manliominicucci.myblog.it/

 

Prof decapitato: Charlie Hebdo invita a manifestare domani

Insieme con altre associazioni alle 15 a place de la République

epa08752100 Children and parents lay flowers in front of Bois d'Aulne middle school to pay their respect after a teacher was assassinated in Conflans Sainte-Honorine, outside Paris, France, 17 October 2020. On 16 October a school teacher was decapitated by a 18-year-old attacker who has been shot dead by policemen. The man who was decapitated was a history teacher who had recently shown caricatures of the Prophet Mohammed in class.  EPA/YOAN VALAT

 

(ANSA) – PARIGI, OCT 17 – Il settimanale satirico Charlie Hebdo ha chiamato alla mobilitazione dopo ‘l’assassinio del professor Samuel Paty per aver mostrato caricature di Maometto in una classe”. L’appuntamento per protestare “contro questo orrore”, diffuso in un tweet al quale hanno già aderito diverse associazioni e sindacati, è fissato per domani alle 15 a place de la République.
Già oggi, davanti alla scuola dove è avvenuto l’omicidio del professor Samuel Paty, a Conflans-Sainte-Honorine (nord di Parigi), si è radunata una folla spontanea di persone che hanno depositato fiori ed esposto cartelli in memoria dell’insegnante decapitato. (ANSA).

METTETE I FIORI NEI VOSTRI CANNONI !ultima modifica: 2020-10-18T19:09:15+02:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento