SCACCO MATTO AL PEDOFILO !

SCACCO MATTO AL PEDOFILO !

Mi occupo e denuncio da anni il malessere di alcuni particolari individui, meglio definiti e tristemente noti come “pedofili”… gente che andrebbe curata ed allontanata fisicamente con la forza dalle città e dalla nostra società, purtroppo la pedofilia è un fenomeno che si riscontra in quegli individui i cui problemi psichiatrici sono evidenti e maledettamente seri e tenerli ed averli nella libera circolazione nelle pubbliche vie o nella navigazione in internet significa dar loro la possibilità di poter adescare degli  innocenti bambini al fine di usare contro di loro quelle aberranti tecniche di violenze sessuali mostruose che in alcuni casi rasenta il masochismo, crimini inenarrabili, insopportabili ed inaccettabili per dei genitori che già fanno fatica a crescere i loro figli in una società irrazionale dove il rapporto di fiducia con gli estranei oramai è completamente sparito. Io  a scuola ci andavo da solo, sì… erano altri tempi, noi bimbi uscivamo soli da casa al mattino, andavamo a scuola e poi ci ritornavamo… soli soletti e senza mai nessun problema. Poi è accaduto che il tanto evocato progresso sociale come salvezza del mondo intero, non quello tecnologico, quella è altra roba, sostenuto con forza dai progressisti dell’attuale governo e da quelli precedenti, sempre pendenti a sinistra, nel tempo hanno cercato, ed in parte riusciti, di modificare l’antipatico e classico cliché di vita tradizionale in stile… “populista e sovranista e cristianista” e che è accaduto quindi ?  Per meglio comprendere i passaggi involutivi torniamo indietro nel 1985, proprio nel giorno in cui si festeggia la festa del papà, quel dì Nichi Vendola viene nominato membro della segreteria nazionale della FIGC, la federazione giovanile comunista, il primo attivista omosessuale entrato a far parte  della dirigenza comunista che sino ad allora, aveva avuto sempre un atteggiamento di totale ostilità verso i gay, Pasolini ne era stato un’illustre vittima. Il cambio di passo avviene in quel giorno ed è proprio Vendola l’artefice della nascita di una società anomala, strana e molto ambigua, una visione tutta sua e condivisa, purtroppo, poi da tanti  ma che non è andata nella direzione della libertà sessuale intesa come scelta personale e sulla quale siamo tutto d’accordo… ma lui aveva un altro “modus pensandi”, una visione a dir poco allucinante che col progressismo sociale non aveva e non ha nulla a che fare, ma andava verso una… pedofilia accettata e tollerata infatti, ebbe a dichiarare  che : non è facile affrontare un tema come quello della pedofilia ad esempio, cioè del diritto dei bambini ad avere la loro sessualità, ed avere rapporti tra loro o con gli adulti, tema ancora più scabroso, e trattarne con chi la sessualità l’ha vista sempre in funzione della famiglia  e procreazione”. Concluse il suo “meraviglioso e progressista intervento “ in modo inequivocabilmente chiaro : “anche i bambini hanno diritto a rapporti sessuali con adulti”.  Quindi affermazioni da vero pedofilo, poi stranamente il 1985 non è oggi ma già da allora ai membri della sinistra radical chic era concesso dire tutto, esattamente come oggi, immaginate se la stessa cosa la dicesse oggi Salvini o Berlusconi… sarebbe la fine per loro e la rivoluzione dei media e invece no, per lui la conclusione sarebbe dovuta essere una bella condanna per incitazione e favoreggiamento ad atti sessuali con minori, in breve, il signor Vendola andava arrestato e buttato in galera e invece no… il progressista di intenzioni ed ideologie pedofile ha fatto carriera e soldi, in più ha anche governato, per ben 10 anni terribili, col signor disastro epocale della sanita pugliese e il crollo del PIL della regione Puglia, di ben 5 miliardi  di euro sotto il suo governo. E’ proprio strano il nostro paese, premiamo sempre i peggiori… ma oggi chi dobbiamo ringraziare per l’ennesimo arresto di massa dei pedofili che si sentono liberi di violentare dei bambini o addirittura dei neonati ? E già, troppo facile dire che sono semplicemente malati perché se la politica non fa il suo lavoro di prevenzione e sicurezza sociale ma permette a certi elementi di esporre le loro curiose e pericolose teorie i risultati non possono che essere questi, quindi cari politici della sinistra,  finitela di parlarci di temi come : “Dio, patria e famiglia che vita di merda”… perché egregia signora Monica Cirinnà, i risultati sono questi e le chiedo : le piacciono ?  10102020

… by…manliominicucci.myblog.it

https://manliominicucci.myblog.it/

 

Pedopornografia online, blitz polizia

Indagini in Italia e all’estero su scambio foto e video abusi

FRAME DA VIDEO POLIZIA DI STATO - DENUNCIATO DALLA POLIZIA POSTALE L´AUTORE DEGLI INSULTI CHOC ALLA DEPUTATA LUCIA ANNIBALI.

Redazione ANSACATANIA

10 ottobre 202007:33NEWS

 

(ANSA) – CATANIA, 10 OTT – Venti persone denunciate, tre delle quali arrestate in flagranza per detenzione e divulgazione di materiale pedopornografico e istigazione a pratiche di pedofilia, e numerosi stranieri segnalati alle autorità degli Stati di residenza. E’ il bilancio dell’operazione Scacco matto contro la pedopornografia online condotta dalla Polizia in diverse regioni italiane e coordinata dalla Procura distrettuale di Catania. Perquisizioni e sequestri a Bolzano, Brescia, Catania, Chieti, Como, Lecco, Milano, Napoli, Parma, Pisa, Roma, Savona, Sassari, Torino, Treviso e Varese oltre che in altre città straniere. L’indagine è frutto di una lunga attività sotto copertura, con gli indagati che secondo le indagini utilizzavano sistemi di anonimi come Tor e Vpn e messaggistica crittografata per scambiarsi tra loro foto e video di natura pedopornografica, catalogati in base a criteri di età, sesso ed etnia, con contenuti raccapriccianti di abusi su minori, anche neonati, alcuni dei quali vittime di pratiche di sadismo.
 

SCACCO MATTO AL PEDOFILO !ultima modifica: 2020-10-11T18:12:53+02:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento