PIZZA… AL MACHETE ?

PIZZA… AL MACHETE  ?

O in alternativa vi è anche la possibilità della pizza baseball con chiari condimenti particolari.  Gli extracomunitari sono amanti e cultori di questo tipo di pizza anche se loro propendono più verso quella al machete, a beneficio di chi non ha idea di cosa possa essere una piazza al machete, spiego che è un po’come il nostro spezzatino di carne fatta a pezzi con le patate, i migranti del centro Africa amano utilizzare e fare a pezzi le carni col machete, dai cani o alle persone, fenomeni abbastanza in uso in quei paesi e se non mi credete chiedete alla mamma di Pamela Mastrocinque… lei vi potrà confermare, senza ombra di dubbi, che quella è la loro cultura. Infatti, da sempre quando ci sono scontri tribali dei diversi villaggi si utilizzano sempre il machete come elemento portante di dialogo e scambi culturali… che rappresentano la “eccezionale cultura di quelle zone”.  pensate che anni addietro c’era la presidente della Camera, l’on. Laura Boldrini non una qualunque, che auspicava e sperava che questo tipo di cultura diventasse nostra. Evidentemente i tarantini non apprezzano la cultura dei machete e delle mazze da baseball, loro gradiscono la cultura delle cozze, focacce e pizze ai vari gusti e una buona birra fresca e forse l’assenza di gradimento a quel tipo cultura deve aver  irritato gli extracomunitari, così delusi da noi italiani che dopo averli accolti e mantenuti come unico ringraziamento hanno distrutto il lavoro di una vita di un uomo, un locale dove per ferragosto resterà chiuso e presumo per diversi mesi,  regalato il terrore nella città e tutto questo perché… già sarebbe proprio bello ricevere una risposta ? Tutta questa violenza gratuita solo perché una minima parte di italiani, le Cooperative e le ONG vogliono gli immigrati per i loro sporchi affari! E chi li paga i danni a quel signore ? Zingaretti, Emiliano, Melucci o il M5S ? E a noi cittadini terrorizzati, chi restituisce la tranquillità e la sicurezza di poter passeggiare senza paura e poter andare a festeggiare un compleanno “senza il terrore dei machete e mazze da baseball” ? Siete contenti ora cari signori radical chic e appassionati del  multicolore di quello che avete combinato nelle nostre città ? l’Italia è un sobborgo africano se non l’avete ancora capito e noi italiani saremo destinati a soccombere perché il nostro livello di civiltà non può competere con il loro altissimo livello di inciviltà, loro a differenza di noi occidentali fanno prevalere i discorsi della violenza e per il loro modo di pensare ha ragione chi è più forte. Uno dei criminali è stato arrestato ed è un nigeriano… uno dei tanti che arrivano da noi in veste di pecorelle smarrite e affamate e per poi dimostrarsi lupi famelici.  E il materializzarsi dello schifo è di proporzioni inenarrabili in quanto il TG3 Puglia, pagato anche dai tarantini, ha omesso di dare la notizia e  fatto finta di niente… media da regime vergognoso comunista ! Ma tu guarda… nel 2020 devo assistere a scene del Biafra (Nigeria) 1967/70  in casa Italia ? Grazie sindaco Melucci, grazie presidente Emiliano, grazie ministro Lamorgese e grazie Pd, I.V. e +Europa, avete trasformato la città dei due mari  in un campo di battaglia tribale africano.  10082020

…by… manliominicucci.myblog.it

x contact : manliominicucci@gmail.com

….

Taranto: rissa tra extracomunitari armati. Distrutta una pizzeria in pieno centro.

19 ore ago

11082020 Pizzeria Taranto

Nella tarda serata di domenica 9 agosto, un litigio tra extracomunitari, con tanto di mazze da baseball, machete, ed altre armi simili, si è trasformato in una vera e propria rissa, consumata tra gli stessi avventori, all’interno di una nota pizzeria di via Nitti. Non ci sarebbero state aggressioni né al personale né ai clienti presenti.

Non si conoscono le cause dello scontro, ma di certo a pagare i danni è stato il proprietario del locale, che in poco tempo ha visto il lavoro di una vita in frantumi, distrutto da giovani mai visti prima.

Nel frattempo, all’esterno, dove c’era una tavolata di più di quaranta persone che stavano festeggiando un compleanno, ed altri clienti ai tavoli , c’è stato un fuggi fuggi generale.

Sul posto camionette della Polizia di Stato e diverse volanti, che sono intervenute nel più breve tempo possibile, ma con poco successo, infatti si presume che sia stato fermato solo uno dei tanti giovani, gli altri sono riusciti a fuggire poco prima del loro arrivo.

Un episodio che ricorda quello, di solo una settimana fa, in via Cripsi angolo via Principe Amedeo.

 

 

PIZZA … AL MACHETE?

Or alternatively there is also the possibility of pizza baseball with clear particular toppings. Non-EU citizens are lovers and connoisseurs of this type of pizza even if they tend more towards the machete one, for the benefit of those who have no idea what a machete square can be, I explain that it is a bit like our meat stew made in pieces with potatoes, the migrants of Central Africa love to use and chop meat with machetes, by dogs or people, phenomena quite in use in those countries and if you don’t believe me, ask Pamela Mastrocinque’s mother … she can confirm, without a shadow of a doubt, that this is their culture. In fact, when there are tribal clashes in the various villages, machete has always been used as a supporting element of dialogue and cultural exchanges… which represent the “exceptional culture of those areas”. just think that years ago there was the President of the Chamber, the Hon. Laura Boldrini not just any one who wished and hoped that this type of culture would become ours. Evidently the people of Taranto do not appreciate the culture of machetes and baseball bats, they like the culture of mussels, focaccia and pizzas of various tastes and a good cold beer and perhaps the lack of liking to that type of culture must have irritated non-EU citizens, so disappointed by us Italians that after having welcomed them and kept them as their only thanks they destroyed the life’s work of a man, a place where for mid-August it will remain closed and I presume for several months, terror in the city and all this because … it would already be really nice to get an answer? All this gratuitous violence just because a small part of Italians, Cooperatives and NGOs want immigrants for their dirty business! And who pays the damages to that gentleman? Zingaretti, Emiliano, Melucci or the M5S? And to us terrified citizens, who gives back the tranquility and security of being able to walk without fear and be able to go and celebrate a birthday “without the terror of machetes and baseball bats”? Are you happy now dear radical chic gentlemen and multicolored enthusiasts of what you have combined in our cities? Italy is an African suburb if you have not yet understood it and we Italians will be destined to succumb because our level of civilization cannot compete with their very high level of incivility, they unlike us Westerners make the discourses of violence prevail and for their way of thinking, whoever is stronger is right. One of the criminals was arrested and he is a Nigerian… one of the many who come to us as lost and hungry sheep and then prove to be ravenous wolves. And the materialization of the disgust is of unspeakable proportions as the TG3 Puglia, also paid by the Taranto people, failed to give the news and pretended nothing happened… media from a shameful communist regime! But you look… in 2020 I have to attend Biafra (Nigeria) 1967/70 scenes in Italy? Thanks Mayor Melucci, thanks President Emiliano, thanks Minister Lamorgese and thanks Pd, I.V. and + Europe, you have transformed the city of two seas into an African tribal battleground. 10082020

… by … manliominicucci.myblog.it

x contact: manliominicucci@gmail.com

….

Taranto: fight between armed immigrants. Destroyed a pizzeria in the center.

19 hours ago

11082020 Pizzeria Taranto

In the late evening of Sunday 9 August, a quarrel between immigrants, complete with baseball bats, machetes, and other similar weapons, turned into a real brawl, consumed between the patrons themselves, inside a well-known pizzeria of via Nitti. There would be no attacks on either staff or customers present.

The causes of the clash are not known, but the damage was certainly paid by the owner of the restaurant, who in a short time saw the work of a life shattered, destroyed by young people never seen before.

Meanwhile, outside, where there was a table of more than forty people who were celebrating a birthday, and other customers at the tables, there was a general stampede.

On the spot, State Police trucks and several flying cars, which intervened in the shortest possible time, but with little success, in fact it is assumed that only one of the many young people was stopped, the others managed to escape shortly before their arrival.

An episode that recalls the one, only a week ago, in via Cripsi at the corner of via Principe Amedeo.

PIZZA… AL MACHETE ?ultima modifica: 2020-08-10T20:02:46+02:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento