FACCIAMOLO SENATORE A VITA !

FACCIAMOLO SENATORE A VITA !

Ho atteso per ben due giorni prima di commentare l’ennesimo episodio di poliziotti  aggrediti dai migranti e spediti in ospedale in condizioni preoccupanti e addirittura bisognosi di intervento chirurgico. Non è la prima volta che i “bravi migranti “ che scappano dalla guerra subiscono la trasformazione divina del proprio carattere e del proprio fisico e atteggiamento verso chi tende la mano in mezzo al mare, infatti tutti questi poveri impauriti migranti, che scappano a gambe levate dalla Libia, arrivano da noi, secondo le ridicole narrazione dei media e delle navi ONG, in condizioni pietose e dopo chissà quanto tempo di prigionia nei campi di concentramento in Libia, ci fanno piangere il cuore per le tante sofferenze patite, quasi al pari di quelle subite dagli ebrei nei campi di sterminio nazista o dei prigionieri dei Gulag sovietici in piena Siberia, dove le temperature invernali s’aggirano intorno a i 30/40 gradi sotto lo zero e s’affrontano a stomaco mezzo vuoto. Questa è l’orrenda e volgare narrazione dei giornalisti occidentali, operatori ONG e politici di sinistra che come dei perfetti idioti corrono dietro l’ideologia del mondo tutto colorato e multirazziale, una stupidità che consente anche ai criminali di arrivare da noi e di far quel che desiderano. Guardateli sulle navi in quali “condizioni fisiche disastrose” si trovano … avete mai visto persone simili a quelli dei Gulag sovietici o ai denutriti ossa e pelle dei campi di concentramento tedeschi ? No, a me sembrano tutte persone in apparente buono stato di salute e che mangiano ogni santo giorno, cosa molto difficile farlo in Italia in questo momento, e non vedo la sofferenza descritta dai media né tantomeno ho mai visto uno di quei bambini scheletrici della pubblicità televisive quando sfacciatamente e senza vergogna ci chiedono il solito contributo di dieci euro al mese per sfamarlo, e in più, c’invitano anche a fare prestissimo perché la sua morte è imminente … morte alle porte di casa ? Sarà, ma io so solo che quel bimbo lo vedo da anni nei loro spot pubblicitari e mi chiedo se quel bimbo è già morto da un pezzo oppure è il solito inganno pubblicitario per fregarci soldi ?  Ma torniamo ai migranti, appena sbarcati e condotti in un centro di accoglienza avviene il miracolo divino, ecco che i loro salvatori diventano … improvvisamente merda secca … quindi,  come per magia si trasformano in veri delinquenti e cioè, smettono di fingere e recitare e tornano ad essere … semplicemente loro, gente incivile, ignorante e che andrebbe rimessa su un gommone con destinazione casa loro e possibilmente a calci nel didietro . E già perché nessun telegiornale ne parla, non conviene far sapere al popolo italiano che i migranti che salviamo nel mezzo del mare poi spediscono i nostri poliziotti nel mezzo delle sale operatorie degli ospedali, sicuramente farà piacere ai centri sociali o ai Black Bloch e forse anche ad alcuni politici della sinistra estrema che “gli sbirri” siano stati feriti gravemente dagli stessi migranti per i quali fanno battaglie epocali.  Non è la prima volta che le forze dell’ordine le beccano e di brutto, violenza gratuita, perché semplicemente  questo è il loro modo di ringraziare chi li ha tratti in salvo, ospitati e anche mantenuti … i cani, quando vengono prelevati dai canili e dati in adozione, sono grati al loro nuovo amico-padrone e si comportano decisamente meglio, loro non sono paragonabili neanche a quei cani. Quindi meglio parlare del tunisino picchiato di Jesolo dai tre “cattivoni italiani” a loro volta aggrediti e magari, facciamolo anche senatore a vita per premiarlo delle sofferenze subite … dalla birra … e opportunamente lasciamo nel silenzio il pestaggio dei poliziotti di Agrigento e l’imminente inte4vento chirurgico. E’ avvilente il silenzio totale delle istituzioni e mi rammarico per questo, non ho visto nessun politico, né gente dello sport e spettacolo, né giornalisti e benpensanti inginocchiarsi per i tanti poliziotti e carabinieri uccisi nello svolgimento del proprio lavoro cominciando da Mario Rega Cerciello. Mi inginocchio, lo faccio virtualmente, rendo onore a tutti i caduti per mano criminale, a tutti feriti gravi e meno gravi e mi inginocchio dinanzi al loro coraggio ed al loro lavoro. ! 07072029

…by… manliominicucci.myblog.it

x contact : manliominicucci@gmail.com

….

Migranti: fuga da centro accoglienza, poliziotto ferito

Non è in pericolo di vita ma ha riportato gravi fratture

ambulanza

 

Redazione ANSAAGRIGENTO04 luglio 2020

(ANSA) – AGRIGENTO, 04 LUG – Un poliziotto è finito al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento dopo essere stato aggredito, nella tarda serata di ieri, da uno dei tunisini che hanno cercato di allontanarsi dal centro d’accoglienza Villa Sikania di Siculiana (Agrigento). Il poliziotto è rimasto ferito. Non è in pericolo di vita, ma ha riportato delle gravi fratture. Nelle prossime ore dovrebbe essere sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Più immigrati, nella tarda serata di ieri, sono riusciti ad uscire da Villa Sikania provando a scappare. Il poliziotto – così come hanno fatto per altri migranti in fuga tanti dei suoi colleghi – ha provato a bloccare un tunisino che però ha reagito male e lo ha aggredito. (ANSA).

I migranti nel centro di accoglienza di Siculiana

Il poliziotto è rimasto ferito seriamente a causa dell’inseguimento e di una probabile colluttazione con dei migranti di origine tunisina. L’agente non è in pericolo di vita, ma deve sottoporsi a un delicato intervento chirurgico per ridimensionare la frattura alla rotula della spalla.

In questi giorni gli animi dei migranti ospiti nella struttura di Siculiana sono stati molto accesi. Proteste e manifestazioni di rabbia erano già stati evidenziati ieri pomeriggio. La struttura da tempo è presidiata da polizia e carabinieri. Nella tarda serata di ieri sera un gruppo di migranti, approfittando del buio, è riuscito a trovare un varco dai cancelli laterali della struttura iniziando la loro fuga. A quel punto le forze dell’ordine hanno provato a evitare gli allontanamenti ma senza un esito positivo. Ad avere la peggio, un poliziotto di 50 anni che, a quanto pare, a seguito della resistenza e alla reazione violenta dei migranti, ha riportato numerose fratture nel corpo. Il suo quadro clinico ad oggi è ancora non è definito.

FACCIAMOLO SENATORE A VITA !ultima modifica: 2020-07-07T16:45:34+02:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento