E LA FUGA…INIZIO’…!

E LA FUGA…INIZIO’…!

Anni fa, nel periodo tra il 2011 e il 2018, i sindacati persero il loro immenso potere accumulato in 60 di storia, nei fatti e a ragione venivano criticati dal mondo dell’imprenditoria per il loro eccessivo potere contrattuale e le imposizioni che ne dettavano i tempi della contrattazione, poi venne il tempo delle contestazioni, beffeggiati e derisi  dagli operai perché anziché fare gli interessi dei lavoratori  seguivano le orme della politica renziana e di quel PD oramai lontano dal popolo come nella questione Art.18. Sindacati quindi ridimensionati e tutto sommato non era un male, sembrava che le cose tra gli imprenditori e i sindacati stessi andassero per il meglio ma, da quando al timone della segreteria della CGIL c’è il “talebano  Maurizio Landini” siamo tornati all’antico, nel vero senso della parola. I sindacati ora fanno nuovamente politica e spaventano gli imprenditori, sono loro che decidono i tempi e le strategie delle aziende e questo non va bene, perché così si ritorna a quell’antica frattura tra gli imprenditori e i lavoratori voluta proprio dai sindacati dell’epoca, che delle lotte e scioperi ne facevano un’arma propagandistica, con l’ovvio risultato che le imprese tenderanno a  scappare e lasciare l’Italia per paesi dove i sindacati sono aperti al dialogo e non solo alle imposizioni.  Arcelor Mittal è l’altro esempio di cattiva gestione sindacale e ministeriale e sta scappando, tra un po’ ne vedremo i risultati, la Jabil minaccia di andarsene e tante altre aziende straniere presenti in Italia sicuramente pensano d’andar via. Non è il momento di lasciare l’economia in mano a Landini e ai suoi colleghi, il fatturato lo fanno le aziende e non i sindacati, le regole vanno scritte di comune accordo con la supervisione del governo….le cose dovrebbero funzionare così se si vuole ancora un paese industrializzato e laborioso. Attenzione, perché quei siamo già alla frutta e necessità essere più elastici negli accordi e non come le imposizioni folli degli ultimi decreti, nel mondo del lavoro se si è così cocciuti il risultato è il fallimento degli imprenditori e niente lavoro per tutti. Io ve lo dico, ma so bene che non mi darete ascolto…e va bene…continuate così che in fondo alla via c’è solo un burrone…e non dite che non vi avevo avvistato. 21052020

..by… manliominicucci.myblog.it

x contact: manliominicucci@gmail.com

…..

Jabil: lunedì 190 licenziamenti. I sindacati: subito 8 ore di sciopero

Fallisce l’ultimo tavolo tra la multinazionale americana e i sindacati

22052020 JABILGio 21 Mag 2020 19:50

MARCIANISE. Da lunedì la multinazionale americana dell’elettronica, Jabil, licenzia 190 dipendenti dello stabilimento di Marcianise. È la stessa azienda a comunicarlo al termine della riunione in videoconferenza con i sindacati; l’ennesimo tavolo che non ha portato ad alcuna novità per i lavoratori che non hanno accettato la ricollocazione in altre aziende o l’esodo incentivato. Negli ultimi giorni circa 30 dipendenti hanno accettato di passare in altre realtà produttive, mentre dall’inizio della vertenza sono stati 160 gli addetti che hanno accettato di andarsene optando per uno dei due strumenti messi a disposizione in alternativa al licenziamento. A giugno del 2019, la Jabil annunciò 350 esuberi su 700 dipendenti a Marcianise; certa di convincere buona parte dei lavoratori ad accettare l’esodo o la ricollocazione. Immediata la replica dei sindacati che hanno proclamato 8 ore di sciopero immediatamente. «La decisione della Jabil – spiega il segretario della Fiom-Cgil di Caserta Francesco Percuoco – è inaccettabile anche perché è stata presa in dispregio delle norme nazionali che sospendono i licenziamenti in questo periodo di pandemia, dando la possibilità a costo zero di rinnovare la cassa integrazione già ottenuta». Sulla stessa linea Mauro Musella, lavoratore e delegato della Uilm, secondo cui «questa scelta aziendale è avventata, sbagliata e danneggia i lavoratori. La Jabil non può non tener conto delle leggi italiane».

 

 

E LA FUGA…INIZIO’…!ultima modifica: 2020-05-22T17:25:48+02:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento