NON CI SIAMO PER NIENTE….

NON CI SIAMO PER NIENTE….

Trovo veramente vergognoso e scandaloso scagliarsi contro il lavoro fatto dai dirigenti regionali lombardi nell’evento drammatico del secolo. Adesso che si contano meno decessi è subito partita l’offensiva mediatica contro la regione Lombardia, accuse infondate e responsabilità addebitate ai suoi dirigenti, curioso ed incredibile poi il modo in cui si sono fatte. Sarà la magistratura a stabilire le responsabilità rammentando a tutti che le vere e primarie colpe sono solo dell’attuale governo e dei vertici dell’Iss e del CCS…, del sindaco di Milano e del presidente della regione Lazio Zingaretti, i quali hanno cercato in tutti i modi di impedire la chiusura delle aziende, dei locali pubblici e delle attività commerciali in genere favorendo nei fatti il propagarsi dell’infezione. Ora si accusano i dirigenti, le uniche figure politiche regionali che sono sempre stati presenti nella lotta al virus mentre i presidenti delle regioni di sinistra vengono menzionati occasionalmente…. chissà perché mai ? In particolar modo noto che l’Emilia Romagna non è mai presente nei dibattiti televisivi né si fa il punto sui decessi, eppure anche i romagnoli stanno pagando un prezzo salatissimo. Purtroppo neanche il virus ferma la sinistra e la stampa, sono solo sciacalli che speculano anche sui morti per metà propaganda politica. Se volete inquisire … bene fatelo, ma rivolgetevi in direzione protezione civile, ministero della salute e governo.. lì ci sarebbe molto da indagare

09042020…by…manliominicucci.myblog.it

….

Coronavirus, assaltano Fontana per gli anziani morti e nascondono quelli di Bonaccini

 

09042020 BONACCINI

Sullo stesso argomento:

“Omicidio colposo”. La procura di Milano indaga sui morti da virus nelle case di riposo: terremoto politico?

 

La Regione Lombardia non ha nulla da nascondere: commissione di inchiesta sulle Rsa

 

Lorenzo Mottola 07 aprile 2020

 

L’informazione in Italia è ufficialmente entrata nella “Fase due” della lotta al Coronavirus, quella che prevede denunce, veleni e coltellate alla schiena nelle retrovie. La dottrina di Giuseppe Conte, quella del “tutti uniti contro l’emergenza”, al primo accenno di flessione dei contagi è stata rapidamente messa da parte per tornare ai consueti gavettoni di fango in faccia. Ministri e parlamentari dell’attuale maggioranza Pd-M5S stanno provando a scaricare tutto il loro fardello di responsabilità su due avversari: il governatore Attilio Fontana e il suo assessore Giulio Gallera, che presto saranno accusati pure di aver inventato la ricetta del pipistrello all’acqua pazza e di averla servita sulle tavole di Wuhan.

 

NON CI SIAMO PER NIENTE….ultima modifica: 2020-04-09T19:13:31+02:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento