PER ME UN BIMBO…BEN COTTO !

PER ME UN BIMBO…BEN COTTO !

Anni fa, dopo la seconda guerra mondiale per fronteggiare l’avanzata comunista in Italia tanti quotidiani, palesemente anti comunista,  scrivevano, in tono ironico, che i comunisti “mangiavano i bambini”, questa faceva parte della dialettica politica dell’epoca e veniva usato come slogan e come vera arma per sbeffeggiare l’avversario politico. Ovvio che i comunisti non li mangiavano, avranno avuto tanti difetti ma i bambini non li mangiavano. Questa storiella, che è vera, la raccontavano gli anziani ai giovani… a mo’ di sfottò, giusto per divertirsi e lo confermo perché più di una volta, per caso, ho assistito divertito ai duetti tra pro e contro comunismo…Ma questa è roba andata…già, il comunismo è morto ed ora è anche fuorilegge, la vecchia DC non esiste più…ma si torna a parlare di …“mangiare i bambini”….Sono sincero, quando ho letto i contenuti del link sottostante sono rimasto interdetto per qualche secondo, poi inorridito, infine incredulo e drammaticamente deluso dall’incapacità di alcune menti umane in grado di concepire dettami di una follia unica ed assurda. Altro che le follie dei nazisti, quelli erano scolaretti al confronto di quel che sto per raccontarvi che non è frutto di fantasia…. Andiamo per ordine,  si parla di ambiente e clima, un professore svedese sostiene che per ridurre l’effetto ozono e quindi diminuire colture e allevamenti di animali in genere ha pensato e detto che  “mangiando le persone morte” riusciremmo a contenere l’inquinamento dell’aria e bloccare l’involuzione climatica. In Svezia oramai è rimasto davvero ben poco da cui attingere. Ma andiamo avanti, a parte il fatto che pensare di mangiarmi dei parenti defunti mi inorridisce e poi, oltre il dolore mi devo anche gustare le loro carni morte ? Francamente mi fa molto schifo….solo il pensarlo… in alternativa preferisco morire di fame… o con i polmoni pieni di polveri sottili… Ma la pazzia di questo professore svedese non finisce qui….perché…sì, c’è un seguito alle sue esternazioni, deduzioni e soluzioni climatiche da genio, incredibilmente e con stupore le riscontro nelle dichiarazioni di una partecipante in un dibattito sui cambiamenti climatici tenutosi recentemente a New York, più precisamente l’11/10/19, una delle dure sostenitrici a favore del clima, la deputata democratica statunitense Ocasio-Cortez, si è improvvisamente alzata in piedi ed ha detto : Quel che dice il professore svedese sull’ipotesi e teoria di mangiare i nostri morti non è una soluzione abbastanza veloce per risolvere il problema dei cambiamenti climatici, l’unica soluzione sarebbe quella di “mangiare i bambini”, a sua detta “potenziali inquinatori”. E’ fuori di cervello ? Non lo so…però è una deputata democratica americana… per me lo è sicuramente… ma la sceneggiata ha un seguito inaspettato perché la “magnifica risolutrice del problema climatico” viene criticata, a ragione aggiungo, dall’opposizione repubblicana, ma lei imperterrita continua nella sua opera devastatrice reagendo ed attaccando i membri della destra che avevano criticato le idee espresse dalla donna, invece di auto censurarsi e condannare le sue stesse gravissime e insensate parole. Quindi per la deputata democratica dobbiamo mangiarci i nostri bambini e così salveremo il pianeta ed avremo l’aria pulita…ammesso che ne valga la pena salvarlo a queste condizioni. lo sapevo che la colpa era tutta della mia dolce nipotina…Però c’è una cosetta, da poco ovviamente, che mi è rimasta in sospeso e poco chiara, ma i bimbi come la mia nipotina, dobbiamo mangiarli crudi o ben cotti ? Perdonate la mia domanda…ma nella materia sono assolutamente ignorante e non ho competenze. …17102019

…by…manliominicucci.myblog.it

…………………

“Dobbiamo mangiare i bambini per salvare il pianeta”. Dichiarazione shock ad un comizio politico

 

11 Ottobre 2019 – 11:40

 

 

C/R……CORRISPONDENZA ROMANA

Corrispondenza romana

BIMBI MANGIATI

Magnus Soderlund, docente alla School of Economics di Stoccolma, durante un programma televisivo, ha fatto una dichiarazione agghiacciante: per salvare il pianeta dai “cambiamenti climatici”, sarebbe necessario mangiare i morti. Sì proprio così. Iniziare a diventare cannibali.

Infatti, mangiare cadaveri umani anziché carne e verdura potrebbe essere la soluzione ideale al problema ambientale – afferma il professore – perché questo consumo sostituirebbe l’industria della carne e l’agricoltura che è in gran parte responsabile del riscaldamento globale.

Ma una proposta arrivata pochi giorni fa è ancora più scioccante.

Durante un dibattito sui cambiamenti climatici tenutosi a New York, una delle sostenitrici della deputata democratica statunitense Ocasio-Cortez, si è improvvisamente alzata in piedi ed ha detto che per risolvere il problema dei “cambiamenti climatici”, l’unica soluzione sarebbe quella di “mangiare i bambini”, a sua detta “potenziali inquinatori”.

Non saremo qui per molto a causa della crisi climatica,” ha detto la donna. “Ci sono rimasti solo pochi mesi!

Un professore svedese ha detto che possiamo mangiare le persone morte, ma non è una soluzione abbastanza veloce,” ha continuato la donna. “Quindi penso che lo slogan della vostra prossima compagna debba essere questo: ‘dobbiamo iniziare a mangiare i bambini!’ Non abbiamo abbastanza tempo! Troppo inquinamento, per questo dobbiamo sbarazzarci dei bambini! Questo è un grande problema. Abbiamo bisogno di mangiare i bambini!

La deputata Ocasio-Cortez, inoltre, ha reagito attaccando i membri dell’ala destra che avevano criticato le idee espresse dalla donna, invece di condannare le sue gravissime parole.

Ad un tweet di Trump che condannava quanto accaduto definendola “wack job” (pazzoide), la politica ha risposto che è meglio essere “wack job” piuttosto che traditore del proprio paese.

D’altra parte non scandalizziamoci per quanto è stato detto: l’ideologia ambientalista è totalmente contro l’uomo e l’approdo portato agli estremi, ma logico nella sua follia, è quanto detto dalla donna durante il comizio politico.

Consideriamo poi un altro aspetto: il primo step della finestra di Overton è proprio quello di discutere il tema in pubblico e fare delle dichiarazioni a carattere “scientifico” (come quella del professore svedese) a favore di esso.

Un’idea che sembra “assolutamente inaccettabile” viene messa in circolo piano piano, ed il tabù associato ad essa inizia a sgretolarsi.

Come successo per tante altre questioni, tra cui il “matrimonio” omosessuale, il poliamore, la teoria gender, ci ritroveremo, nel giro di non molto tempo, a leggere articoli, saggi e ad assistere a conferenze in cui degli “esperti” enumereranno i benefici per l’ambiente nel mangiare i bambini.

Se non vogliamo che questo accada, spetta a noi reagire. (Chiara Chiessi)

 

 

PER ME UN BIMBO…BEN COTTO !ultima modifica: 2019-10-18T15:35:41+02:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento