15-09-2019…

15-09-2019…

Una data da ricordare, e a quanto pare anche una data per un ricordo solenne, infatti oggi Mediaset trasmetterà, in serata, su una delle sue reti, “nel 25° anniversario” della sua morte, un film sulla vita della signora deceduta alla giovane età di 33 anni e in modo misterioso. Lei è Moana Pozzi e incredibilmente ieri ha occupato uno spazio vastissimo nel  TG 5 di mezza giornata, descritta come una beata…ed un’eroina del cinema, evidentemente l’età della Pozzi ha confuso qualcuno che ha pensato che lei…. potesse avere qualcosa di sacro.., in effetti di sacro aveva solo…”l’osso di dietro” .  Senza tanti giri di parole stiamo parlando della famosa porno-sexy italiana che circa 35 anni fa era la principale attrice di tanti “film hard”. Non è mia intenzione spiegare cosa siano i film hard ma mi son chiesto il perché si dia tanto spazio, clamore e risonanza mediatica ad un personaggio, secondo il mio punto di vista, molto discutibile sia sotto il profilo etico che quello morale,  francamente non lo ritengo certamente un esempio di vita per i nostri figli, poi ho pensato…. forse è per la “sua cultura” che viene solennemente ricordata e osannata, infatti qui ci troviamo tutti d’accordo noi maschietti, anche se devo aggiungere che in verità trattasi di cultura molto…bassa…posizionata più “al centro delle gambe”… e di difficile riscontro nei testi scolastici…. però, evidentemente questo tipo di cultura tira e attira più di quella vecchia ed antica tradizionale cultura. Ma oggi è anche l’anniversario della morte di una persona a me tanto cara, e con rammarico noto un certo e credo voluto disinteresse nei confronti di Oriana Fallaci, lei ci lasciò 13 anni fa, il 15-09-2006, rammento che all’epoca fu data una striminzita notizia sui media condita dalla vergognosa e cinica indifferenza voluta e imposta dal governo dell’epoca, quello di Romano Prodi. Ora che Oriana sia stata una grande scrittrice non v’è bisogno che lo dica io, la stampa internazionale l’ha più volte elogiata sia per la sue capacità culturali di scrittrice sia come lodevole giornalista. Bene, ho descritto brevemente il profilo di due donne decedute nello stesso giorno… ma con mestieri diversi e culturalmente all’opposto ma cosa accade nella società nostrana ? Il paradosso dei paradossi, e cioè : si osanna una porno attrice di film hard e si pone nell’oblio mediatico una scrittrice e giornalista di valore. E fatemi capire, e noi saremmo il paese della cultura ? E noi saremmo il paese del cristianesimo ? Quindi per coerenza di fatti e d’intenti mi attendo che nelle scuole gli allievi vengano adeguatamente istruiti e acculturati sulle questioni….sessuali e posizioni hard…o no ? Siamo alla follia, non ricordare Oriana e ricordare solennemente una professionista sessuale che esercita a “scopo di lucro la sua professionalità” è una vergogna inenarrabile. Non ho idea di cosa si voglia farne di questo paese ma io sono molto preoccupato e terrorizzato perché se Moana Pozzi è un esempio allora aspettiamoci  Rocco Siffredi…subito santo ! Torniamo alla mia normalità….non è stata dedicata nessuna via o piazza alla gloriosa combattente dell’Islam e forse per questo è stata messa “sempre alla berlina”. Io preferisco ricordare Oriana e ignorare l’altra, non so voi ma io mi sento ancora attratto da un certo tipo di…cultura diurna, la notturna…non la considero cultura ma solo vizio e piacere. 15092019

…by…manliominicucci.myblog.it

…………….

Forza Italia ricorda Oriana Fallaci nell’anniversario della sua scomparsa

Pubblicato il 14.09.2019 alle 11:23

Oriana fallaci

FIRENZE – “Fiorentino parlo, fiorentino penso, fiorentino sento”: parole, queste, pronunciate da Oriana Fallaci, scomparsa il 15 settembre 2006 dopo una lunga battaglia contro l’”alieno”, così come aveva definito il tumore che poi l’ha portata alla morte. All’età di 77 anni. E a Firenze è sepolta, al cimitero evangelico degli Allori, con un’unica scritta sulla lapide che la ricorda: scrittore. E, come è ormai consuetudine, stamani alle 8.30, poco prima del conferimento di un omaggio floreale da parte del Comune di Firenze, Paolo Gandola, capo gruppo di Forza Italia a Campi Bisenzio, insieme a Pierfrancesca Gallorrini, in rappresentanza del coordinamento comunale di Campi,  hanno deposto un omaggio floreale sulla sua tomba in occasione del tredicesimo anniversario dalla morte, che sarà celebrato nella giornata di domani, domenica 15 settembre.

“Lucida, libera, lungimirante, a tratti visionaria ma concreta: Oriana Fallaci di ragione ne aveva e ne ha tutt’oggi. La sua voce – dichiarano in una nota Gandola e Gallorini –  è stata intelligente e acuta fino a essere aguzza, appuntita, acuminata tanto quanto può esserlo la sincerità quando è spogliata dal “politically correct” per essere offerta nuda e cruda”. “Nella sua vita – aggiungono – non si stancò mai di denunciare il colpevole lassismo della civiltà occidentale che, minacciata dal fondamentalismo islamico, come un pugile suonato è incapace di difendersi. Denunciava gli innumerevoli errori politici compiuti nel corso degli ultimi decenni, con una politica dell’accoglienza senza regole che, di fatto, ci poneva in una posizione supina verso chi avremmo dovuto accogliere. Giornalista e scrittrice di razza fra le più apprezzate e amate al mondo, è stata un’osservatrice attenta della realtà contemporanea e ha spesso rischiato in prima persona per raccontare alcuni degli episodi più significativi della nostra storia vivendo  da protagonista gli eventi internazionali che hanno segnato la storia del mondo”.

“Una scrittrice decisa, – concludono – vitale, forte, autentica, con il coraggio delle sue idee, eroica nell’affrontare in modo diretto i drammi del nostro tempo e le circostanze avverse, filtrando la realtà attraverso l’esperienza vissuta, la fedeltà ai valori morali e, anzitutto, al valore della libertà e della cultura occidentale”.

P.F.N.

Tags 

Alloricimiteroforza italiaoriana fallaci

15-09-2019…ultima modifica: 2019-09-15T14:06:00+02:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento