RADIO ANCH’IO..RADIO 1…

RADIO ANCH’IO..RADIO 1…
Anche oggi, com’è mio solito fare da tanti anni, quando viaggio in auto mi garba tanto ascoltare programmi interessanti alla radio, è un’ottima compagnia, ovviamente ascolto con favore quelli che trattano argomenti d’attualità come fa “Radio anch’io di Rai Radio 1”, solo che oggi a differenza delle tantissime volte il conduttore della trasmissione radiofonica, Giorgio Zanchini, ha preso posizione nell’esposizione degli argomenti in modo anomalo e di parte, palesando l’appartenenza al suo pensiero politico e ciò è estremamente deleterio e grave sia per la comunicazione sia per l’equità di pareri in una pubblica trasmissione. Il conduttore non deve assolutamente prendere chiare ed evidenti posizioni politiche, comunque la pensi e oggi, mio malgrado, ho riscontrato quello che accade sempre più spesso ogni giorno nella comunicazione pubblica in Italia…e cioè, che i conduttori si richiamano senza pudore all’ideologia di sinistra. L’informazione pilotata è sindrome di un sistema farlocco che si pone come primario obiettivo quello di condizionare mentalmente gli ascoltatori e convincerli che le loro idee sono le migliori, ora al governo non c’è la sinistra tuttavia lei è presente in tutte le reti Rai e lo fa sentire continuamente e vergognosamente il suo peso. Andiamo al TG3 di ieri, la notizia bomba è il ritrovamento a Torino di armi da guerra e addirittura di un missile, il giornalista legge l’articolo scritto in redazione che ha il pregio di mettere in risalto che le armi trovate nelle abitazioni appartengono a gruppi di estrema destra riconducibili a Forza Nuova ed in particolare ad un loro iscritto e candidato alle politiche come senatore. Ho ascoltato la notizia e niente più, ma arriviamo a stamane e a Radio anch’io, il conduttore solleva il vero problema, quello dei tanti combattenti italiani che stanno combattendo in Ucraina e in Siria con l’Isis, ponendo l’accento sul fatto che i combattenti italiani nella ”guerra del Donbass” sono tutti nazi-fascisti e simpatizzanti della Russia di Putin, ovviamente lo dice con un certo disprezzo . Vengono poi intervistati due personaggi noti, i nomi non li ricordo, ma mentre il primo intelligentemente si domandava sul come sono arrivate le armi il secondo metteva in risalto la vera situazione che sbugiardava appieno il conduttore della Rai, l’ospite confessa genuinamente che dalla parte ucraina ci sono combattenti che amano sventolare la bandiera di Stalin, a codesta affermazione mi attendevo una reazione ed un commento e invece silenzio assoluto, come a voler dire che sventolare la bandiera del più grande criminale della storia umana, Joseph Stalin, va bene e lo si può tollerare. Infatti il suo persistente silenzio mi ha infastidito notevolmente, ma che razza di conduttore è uno che sparla per minuti interi contro il fascismo e i suoi seguaci e poi tace dinanzi ad un criminale comunista ? Due pesi e due misure e questo non va bene perché quando si parla di criminali non bisogna assolutamente difenderli e l’informazione va sempre diffusa con correttezza ed onestà intellettuale, cosa che non ravvisato nel conduttore. Oggi alle 14,30, ho ascoltato nuovamente il TG3, e a conferma dei miei sospetti non ha detto niente sulla bufala del candidato del movimento di estrema destra, anzi non ha detto proprio nulla… forse ..è sempre meglio strumentalizzare l’informazione che dirla giusta…vero cara Rai ? Così non si fa informazione, siete solo manipolatori di notizie.. E in ultimo, cara Rai, non ti dimenticare che ti prendi anche i miei soldi ogni due mesi per farmi sentire solo “ bugie e cazzate varie “..17072019
by…manliominicucci.myblog.it

…………………………….

Falsa notizia esponenti Forza Nuova coinvolti in traffico armi. FN furiosi: “Giornalisti terroristi”

Pubblicato

2 giorni fa

ar

15 luglio 2019

 

Sono furiosi gli esponenti di Forza Nuova anche in Alto Adige per la diffusione da parte di alcuni organi di stampa della falsa notizia di esponenti del movimento coinvolti nelle operazioni della Digos di Torino, coordinate dalla Procura della Repubblica di Torino, per il sequestrato di un arsenale di armi da guerra tra cui fucili d’assalto e mitragliatrici.

Stessa posizione per le perquisizioni in atto in tutta la Lombardia, in particolare a Milano, Varese e Pavia, di nuovo in Piemonte con Novara e in Emilia Romagna con Forlì.

E’ stata diffusa la falsa notizia di persone appartenenti a Forza Nuova coinvolte nelle perquisizioni in Lombardia e Piemonte, col conseguente sequestro di varie armi – si legge in una nota – . Se uno degli arrestati è stato candidato nelle liste di Forza Nuova nel lontano 2001 (18 anni fa!), affermiamo che al contrario nessuna delle persone coinvolte è ormai da anni militante di Forza Nuova, che dunque non c’entra assolutamente nulla con le perquisizioni di questa mattina.

RADIO ANCH’IO..RADIO 1…ultima modifica: 2019-07-17T21:06:51+02:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento