QUINDI..NON SCAPPANO DA NIENTE MA….VENGONO PER..?

 QUINDI..NON SCAPPANO DA NIENTE MA….VENGONO PER..?

E per cosa vengono in Italia ? E perché tutti i migranti, nessuna nazionalità esclusa,  vogliono venire da noi e per quale motivo ? Riflettiamo su questo aspetto e guardiamo la vicenda delle due navi al largo di Malta per avere una visone più completa e farci un’idea precisa. Il braccio di fero in atto è perché loro, i clandestini a bordo, intendono venire da noi…punto. Quindi la domanda che nasce spontanea è perché da noi e non a Malta ? Perché sempre da noi ? Forse …forse… perché nel mondo si è sparsa la voce che noi ai migranti diamo a dispetto degli italiani, case, lavoro, assistenza sanitaria e sociale e diamo ampio margine di operatività alla religione islamica  senza opporre resistenza e rinunciando alle nostre abitudini, e mettendo da parte anche i nostri sacri valori, il tutto condito con salsa buonista e sinistra radical chic appoggiati da politici di sinistra e d europei. A conferma dei miei sospetti e pensieri terrificanti,  oggi e stata  sbaragliata dalle nostre forze di polizia un’organizzazione criminale dedita ai “viaggi di piacere”, loro a bordo di natanti veloci trasportavano piccoli gruppi di migranti  facendo la spola tra la Tunisia e l’Italia.  Siamo quindi di fronte alla realtà, non solo io, ma tanti  pensavano che l’immigrazione fosse gestita in toto della criminalità organizzata  e che l’immigrazione fosse stata studiata a tavolino con l’approvazione dei governi, Monti, Letta, Renzi e Gentiloni…non c’è altra spiegazione al fenomeno, non mi risulta che paesi come la Francia o la Spagna abbiano subito questa invasione…anzi.. oggi, ancora una volta  assistiamo e troviamo conferma nei sospetti vecchi  di anni, infatti, il collegamento tra i clandestini di Palermo, Trapani e Caltanissetta con il migrante di Brescia apre uno scenario spaventoso,  non dimenticate pure che uno dei fermati, un tunisino che sicuramente non scappa da niente, istigava al terrorismo nella migliore espressione “jihadista”, invocando la morte degli infedeli  in nome del solito Allah e ovviamente faceva apologia dello stato islamico meglio noto come “ISIS”. Ora, invito tutti i bravi italiani che ancora amano l’Italia, per piacere, smettetela di fare il tifo per i migranti perché tra tanti che arrivano da noi molti non scappano da niente ma vengono per altri fini, religiosi o delinquenziali…questa è la dura realtà,…. se poi, vivete in un attico a New York.. beh… allora sicuramente le cose le vedete diversamente da chi scrive…09012019

…by…manliominicucci.myblog.it

Terrorismo: blitz dei Ros, 15 fermi in Sicilia e Lombardia

Tra accuse anche favoreggiamento immigrazione e apologia Isis

I Carabinieri del R.O.S. di Palermo hanno eseguito nelle province di Palermo, Trapani, Caltanissetta e Brescia 15 fermi disposti dalla dda del capoluogo siciliano nei confronti di persone accusate di istigazione a commettere delitti in materia di terrorismo, associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e al contrabbando di tabacchi lavorati esteri, ingresso illegale di migranti nel territorio nazionale ed esercizio abusivo di attività di intermediazione finanziaria.

L’organizzazione criminale gestiva viaggi a bordo di natanti veloci di piccoli gruppi di migranti tra la Tunisia e l’Italia. Uno dei fermati, un tunisino, istigava al terrorismo, invocava la morte in nome di Allah e faceva apologia dello Stato islamico. Sul suo profilo Facebook sono state trovate video e foto che inneggiavano all’Isis e con immagini di decapitazioni.

L’inchiesta nasce dalla collaborazione con gli inquirenti di un tunisino coinvolto nell’attività della banda. L’uomo ha deciso di parlare per evitare, ha detto agli inquirenti, che ci si ritrovasse con “un esercito di kamikaze in Italia”, raccontando di essere a conoscenza dell’esistenza di una organizzazione criminale che gestiva un traffico di esseri umani, contrabbandava tabacchi e aiutava ad espatriare soggetti ricercati in Tunisia per reati legati al terrorismo.

Nel profilo Facebook del fermato accusato di apologia all’Isis sono stati trovati video di esecuzioni capitali fatte dal boia di Daesh noto come Jihadi John. E’ stato anche scoperto materiale propagandistico delle attività di gruppi islamici di natura terroristica come preghiere, scritti, ordini, istruzioni e video con scene di guerra, immagini di guerriglieri, discorsi propagandistici e kamikaze presi dalla rete. Scoperti anche suoi contatti con profili di altri estremisti islamici. L’arrestato era uno dei cassieri dell’organizzazione e gli inquirenti sospettano che abbia usato il denaro guadagnato coi viaggi nel Canale di Sicilia anche per finanziare attività terroristiche.

A Brescia è stato arrestato un tunisino di 27 anni: ora in carcere a Canton Mombello, era residente da poco a Ome (Brescia) dopo anni vissuti a Palermo. Gli inquirenti gli contestano un episodio di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, avendo aiutato una ragazza a trasferirsi in Inghilterra acquistando per lei biglietti aerei

QUINDI..NON SCAPPANO DA NIENTE MA….VENGONO PER..?ultima modifica: 2019-01-09T13:31:06+01:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento