BIANCO O …NERO ?

BIANCO O …NERO ?

“Caro James”, alcuni anni fa a Pontedera (PI), un auto della polizia in marcia che mi seguiva, segnalò, con i fari anteriori, di fermare la mia auto, e così feci, scesero due poliziotti con le armi in pugno, appena si resero conto che non ero la persona che forse loro cercavano e resosi conto di avere di fronte un soggetto assolutamente diverso e tranquillo ovviamente misero via le armi e chiesero anche educatamente scusa, scuse che io accettai senza nessuna polemica ma solo con bel sorriso a 32 denti.. Loro non me lo hanno confessato, ma l’ho capito da me il senso di quell’azione che oltre tutto la ritengo anche giusta, mai rischiare la propria vita inutilmente, ora, vedi “caro James”, di nigeriani e africani come te, alti e delinquenti ce ne sono, purtroppo tanti in Italia e magari i militari avranno visto in te un sosia o qualcuno che ti somigliava e che loro stavano ricercando, sono scesi  dall’auto, armi nelle mani, esattamente come hanno fatto con me e non certamente per il colore della tua o pelle o perché fanno il tifo per un’altra squadra, ma solo per una questione di sicurezza, rifletti, tu sei una bravo ragazzo ma se al tuo posto ci fosse stato il delinquente ricercato e avesse sparato ? E’ ovvio che quando si fa quel lavoro bisogna anche prendere delle precauzioni e tu certamente non hai contribuito a rendere agevole e  più facile quel lavoro rifiutandoti di consegnare immediatamente i documenti, dovevi collaborare e non opporti e il fatto che tu sia un personaggio pubblico aggrava la tua situazione. Dispiace constatare che anche tu stia facendo politica, quella becera politica il cui fine è dividere gli uni dagli altri ma non devi reagire così perché se ogni “nero” dovesse ricevere un trattamento di riguardo solo perché nero allora è iniziata una nuova era razzista ma al contrario, e non credo che tu voglia questo. Gioca a basket e fai la tua vita, qui nessuno è razzista e i neri sono ben accettati dalla società italiana, quello che succede negli stadi, ricordati, non è razzismo ma è solo sfottò su cui non bisogna ricamarci ma purtroppo spesso e volentieri lo si fa per opportunismo politico. Sai quanti bianchi vengono presi in giro nei campi di calcio e nessuno s’indigna ? Non te lo immagini neanche, proprio tanti.. e in futuro se ti succede qualcosa di antipatico, sdrammatizza, ridici sopra e non attribuirla sempre al razzismo o al colore della pelle altrimenti non vivrai bene. In ultimo pensa ai tanti cinesi commercianti presenti sul territorio, non immagini neanche  e quanti blitz ricevono dalle forze di polizia per controlli vari, quindi cos’è anche quello razzismo ? Ciao James e in gamba…che c’è gente che ti vuole anche bene.. 07012019 …by…manliominicucci.bymyblog.it

James, fermato puntandomi la pistola perché sono nero

Carabinieri: ‘Nessuna arma puntata, normale controllo’

Secondo quanto accertato dall’Ansa, il playmaker dell’Ax Milano Mike James è stato fermato attorno alle 15.30 in viale Berengario, a Milano, dai Carabinieri della compagnia d’intervento operativo, equipaggiati con il fucile mitragliatore M12 previsto dall’equipaggiamento, per un normale controllo dei documenti. I militari, impegnati in un servizio sul territorio, sono scesi dalla vettura con l’arma al seguito come previsto dal protocollo e hanno chiesto i documenti a lui e ad altri due suoi amici. Da quanto appreso, non risulta che l’arma sia stata puntata verso l’atleta o verso le persone con lui. L’ accertamento è durato alcuni minuti e, dopo le verifiche al terminale, i tre sono stati lasciati liberi di andare.

“Si esclude l’intervento della Polizia di Stato e sono in corso accertamenti circa l’episodio descritto dal giocatore su Twitter”: così la Questura del capoluogo lombardo ha replicato alle accuse del playmaker dell’Ax Armani Milano, Mike James. Il cestista, sul social network, aveva sostenuto di essere stato fermato per un controllo e che gli agenti gli avevano puntato la pistola addosso

BIANCO O …NERO ?ultima modifica: 2019-01-07T20:39:27+01:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento