SE DECIDI DI CAMBIARE…ALLORA DEVI CAMBIARE…!

 

SE DECIDI DI CAMBIARE…ALLORA DEVI CAMBIARE…!
Tante volte ascolto in TV predicare l’integrazione tra noi e i nuovi arrivati, molti ci rimproverano di non essere adeguatamente accoglienti, specie il Santo Padre, Francesco I, e sua la chiesa tutta, poi ci sono i partiti di opposizione all’attuale governo che continuamente, con un vero “stillicidio perfetto”, vogliono convincerci a tutti i costi che l’integrazione va ricercata soprattutto in chi ospita . Ho un’idea un tantino diversa dal santo Padre e da molti politici italiani, credo che l’integrazione sia una pia illusione,” l’utopia di chi vuol far convivere le diverse razze e religioni e menti sotto un unico “tetto”. Ma nella realtà, le cose come stanno ? Le mie prime riflessioni vanno proprio sugli italiani negli USA emigrati del secolo scorso, un volta insediatosi hanno portato con loro le festività cristiane, gli usi, i costumi e le abitudini alimentari , vero è che poi sono diventati abitudini degli americani, ma in quel caso, piaccia o non piaccia, sono i nativi che si sono integrati… a noi italiani e non il contrario. Andiamo ai cinesi, stesso discorso, infatti oggi negli USA i migliori ristoranti sono cinesi o italiani, ma lì il discorso è molto diverso perché gli americani non hanno una lunga storia di tradizioni ed è stato inevitabile quanto facile “fagocitarli”. Ora è la volta dei migranti arabi e africani e anche loro, statene certi, faranno la loro parte, ma in tutto questo possiamo dire che negli USA c ‘è una vera integrazione tra i vari popoli giunti ? Assolutamente no, i portoricani vivono a modo loro e ai margini delle città, idem per messicani, cinesi, arabi, italiani polacchi ed altri di varie nazionalità, quindi di quale integrazione parliamo ? Se poi vogliamo prenderci in giro… allora tutto va bene, ma un dato di fatto c’è “ed è incontrovertibile ”, chiunque arrivi in un paese straniero non modifica le proprie condizioni religiose e/o le proprie abitudini e soprattutto quelle alimentari. Non c’è nulla di sorprendente nella vicenda della ragazza indiana, i genitori la pensano così perché nel loro paese si ragiona cosi ed è la consuetudine, quindi, ragioniamoci su ed arriviamo ad una conclusione. Ma che ci viene a fare un indiano o straniero che sia in un paese dove tutto è diverso se non si accettano le diversità ? Se non si vuole accettarla, si resti nel proprio paese dove si potranno far valere i diritti religiosi previsti e far prevalere il diritto di “comandare” sul destino di una propria figlia e del suo matrimonio, ma quando arrivano nei paesi stranieri c’è la volontà di abbandonare il proprio credo religioso, le proprie abitudini alimentari e usi a favore di altre ? Non mi sembra che ciò accada, questo è il vero punto, l’integrazione è solo una “bufala manovrata ad arte”, per fini esclusivamente politici ed economici e questo lo abbiamo già verificato…e a volte anche con danni estremi….24122018

…by…manliominicucci.myblog.it

 

Sfugge a nozze combinate, salvata dai Cc

Appena maggiorenne ragazza indiana ha denunciato la famiglia

(ANSA) – PARMA, 24 DIC – Ha atteso la maggiore età e si è rivolta ai Carabinieri del suo paese a cui ha raccontato una vita di soprusi e violenze. Una richiesta di aiuto per evitare l’ultima terribile angheria: sposare l’uomo scelto dai suoi genitori. È la storia di una ragazza residente nel Parmense di origini indiane che ha deciso di cercare la libertà dalla famiglia. Un destino, il suo, che ha avuto il coraggio di ribaltare rispetto alla decisione della famiglia che voleva costringerla a sposare un connazionale. I genitori sono ora stati denunciati e raggiunti dal divieto di avvicinamento alla figlia, mentre la ragazza è stato trasferita in una località protetta. Padre e madre della ragazza, residente da quando è piccola in Italia, erano arrivati a minacciarla per farla sottostare ai loro voleri. “O lo sposi o ti ammazziamo”, era la frase che spesso le ripetevano. Questo, spiega Filippo Collana, comandante della stazione carabinieri di Colorno (Parma), “è stato tuttavia solo l’ultimo atto di una lunga serie di vessazioni”.

SE DECIDI DI CAMBIARE…ALLORA DEVI CAMBIARE…!ultima modifica: 2018-12-25T12:57:14+01:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento