BENE…MOLTO BENE…

BENE…MOLTO BENE…

Diritto di prelazione della regione Lombardia vuol dire che i signori musulmani se ne possono tornare in Arabia Saudita o in Iran a “pregare col culo in aria”. Finalmente anche i crociati mostrano i segni dell’insofferenza agli islamici e cominciano a combattere, non se ne può più della loro violenza celata da “cattiva integrazione” e assenza di lavoro e razzismo dichiarato. Quelli che vengono qui oltre i soldi hanno come obiettivo primario quello di islamizzare l’Italia con la droga, se non lo sapete, è uno dei loro mezzi principali per sottometterci e ridurci allo stato di schiavitù, infatti loro non ne fanno uso…è proibito dalla loro legge coranica. Ho riflettuto tantissimo e attentamente sulla vicenda e purtroppo alla fine sono giunto alla conclusione che le nostre ragazze non solo vengono violentate per i loro sporchi desideri sessuali  ma rese anche schiave e vendute tra di loro perché ognuno faccia quello che meglio desidera o crede. Infatti uno dei criminali africani, è stato beccato a Foggia, il “bastardo nero” sapeva già dove andare a rifugiarsi e questo la dice lunga sulla forza della loro organizzazione e sulle capacità di sfuggire alle forze di polizia. Infatti arrivare a Foggia da Roma sembra facile ma non lo è  per un criminale, perché dopo l’omicidio di Desirèe sicuramente sono scattati controlli sulla rete stradale e ferroviaria…. eppure lui ci è arrivato lì. Altra tremenda analisi è questa, fateci caso, ma ad oggi non si registra una violenza sessuale o uno stupro a danno di una ragazza …”mussulmana”. Già nessuno ci ha pensato, ma ci ho pensato io e la domanda la vorrei girare ai buonisti radical chic amanti del dialogo con l’islam e pro accoglienza  per tutti. Ecco i risultati della loro politica di accoglienza, morti, droga in quantità e ora anche l’Islam ..c’è da essere proprio felice. Bene Fontana, difendiamo le nostre radici e le nostre chiese e soprattutto le nostre …”donne”… 26102018

by…manliominicucci

 © ANSA

Lombardia, diritto prelazione ex chiesa

A.Fontana, simbolo della cristianità sarà salvaguardato

(ANSA) – MILANO, 26 OTT – “Il simbolo della cristianità della cappella della Chiesa Casa Frati di Bergamo sarà salvaguardato perché Regione Lombardia farà valere il diritto di prelazione”.
Lo annuncia il governatore della Lombardia Attilio Fontana riferendosi alla ex cappella del vecchio ospedale di Bergamo acquistata dall’Associazione dei musulmani attraverso un bando indetto da una società regionale per farne una moschea. “La Chiesa dei Frati – spiega il governatore – è vincolata dal Ministero dei Beni culturali e la sua vendita può essere effettuata solo con le modalità disposte dal decreto legislativo n. 42 del 22 gennaio 2004 in materia di Beni artistici, il quale prevede che la compravendita del bene possa avvenire solo se lo Stato, la Regione o il Comune non eserciti il diritto di prelazione dell’acquisto. Diritto di cui la Regione ha intenzione di avvalersi”.

BENE…MOLTO BENE…ultima modifica: 2018-10-26T21:30:47+02:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Commento (1)

  1. manlio22ldc (Autore Post)

Lascia un commento