RAZZISMO A …….QUATTRO ZAMPE….?

RAZZISMO  A…… QUATTRO ZAMPE….?

Curioso che la signorina indiana, vittima di un gesto razzista  sia la presidente di una Onlus, forse necessitano di soldi  e probabilmente li sta cercando per la sua organizzazione e questo è il metodo che si è inventato ? Conia la solita storiella del razzismo e ora, ci spera, vuole pubblicità in televisione e sui social .. Spiace, ma stavolta credo che non ne avrà così tanta risonanza… per due motivi, il primo è che il suo racconto fa acqua da tutte le parti, infatti nessuno oltre il controllore , regolarmente autorizzato, ha diritto a chiedere il biglietto del viaggio ad un libera viaggiatrice, secondo, la signorina non è sufficientemente scura e lei, forse non lo sa, ma le indiane piacciono a tutti gli italiani e sono anche tanto ben voluti. Quindi egregia signorina, quello di  ” non voler stare vicino ad una negra” secondo me, è una sua invenzione finalizzata solo ad ottenere pubblicità gratuita e la televisione per chissà quali sporchi fini ed interessi . Ricorda la ragazza di Venezia e del posto di lavoro ? Beh, ora quell’articolo si è esaurito e la bufala del razzismo non tira più in televisione e poi, le dico sinceramente che persone come lei che urlano al razzismo nel paese che la ha ospitata è vergognoso e provocatorio. Non credo neanche ad una virgola del suo racconto “farlocco e bugiardo”, anche perché quando succedono queste cose non sono mai supportate da video o racconti testimoniali come quando i capotreno invitano alcuni passeggeri, migranti e negri o zingari, a scendere perché sprovvisti di biglietti. Smettetela perché così si innesca l’odio, se realmente è successa una cosa del genere, fate come le nostre donne quando subiscono gli stupri e le violenze dai migranti, denunciate alla polizia  e non pubblicizzate la cosa sui social proprio per non creare ulteriori attriti e odio tra le comunità esistenti, odio che potrebbe causare incidenti e altre vittime innocenti.. Già,  voi a queste cose non ci pensate mai, vi fa comodo giocare con la vita delle persone sul “razzismo farlocco” anche perché sanno già che alcuni movimenti politici.. “ci inzuppano il pane”… Se lei poi, si sente stretta in questo paese e ci ritiene razzisti, beh, allora… può sempre tornarsene in India dove sicuramente troverebbe tanta libertà ed eguaglianza che in Italia non trova, però, una mia considerazione, a guardarla sulla foto postata, proprio le manca tantissimo per essere considerata nera …..    22102018

by …Manlio Minicucci

La foto di Shanti postata su facebook dalla mamma © ANSA

 

La foto di Shanti postata su facebook dalla mamma © ANSA

Non sto vicino a una nera”, razzismo sul treno

La denuncia di una madre su Fb, ‘il futuro è della diversità’

“Non voglio stare vicino ad una negra”. L’ennesimo episodio di razzismo si è consumato ieri sul Frecciarossa Milano-Trieste ai danni di una ragazza di 23 anni, Shanti, di origine indiana. A denunciarlo la madre in un post su Facebook. “Ieri pomeriggio accompagnato mia figlia in stazione centrale a Milano e ha preso il Frecciarossa in direzione Trieste. Poco dopo mi manda quest

RAZZISMO A …….QUATTRO ZAMPE….?ultima modifica: 2018-10-22T20:42:25+02:00da manlio22ldc
Reposta per primo quest’articolo

Commento (1)

  1. tata65palmi

    IN QUESTA NOTIZIA IL RUMORE PIÙ FORTE CHE AVVERTO È IL RUMORE DELLE UNGHIA SULLO SPECCHIO… DICEVA IL BUON TOTÒ… MA MI FACCIA IL PIACERE….

Lascia un commento